Nutragent

24 ottobre 2020

Nutragent



Nutragent: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Nutragent disponibili in commercio.


Nutragent è un farmaco a base di desonide, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi. E' commercializzato in Italia da Galderma Italia S.p.A.


Confezioni e formulazioni di Nutragent (desonide) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Nutragent (desonide) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Nutragent (desonide) e perchè si usa


Trattamento sintomatico di zone circoscritte della pelle irritate, infiammate, arrossate e pruriginose, associate ad eczemi di varia natura, dermatiti lievi e eritemi.



Come usare Nutragent (desonide): posologia, dosi e modo d'uso


Applicare Nutragent, in piccole quantità, limitatamente all'area affetta, 1 o 2 volte al giorno, a seconda della necessità.

La durata raccomandata del trattamento è di 14 giorni e non deve essere superata.

Se i sintomi si risolvono entro 7 giorni, il trattamento deve essere sospeso.

Se entro 7 giorni i sintomi non migliorano o peggiorano, il trattamento deve essere sospeso e il paziente deve rivolgersi al proprio medico.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Nutragent (desonide)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Le seguenti patologie non devono essere trattate con Nutragent:

  • Affezioni di origine batterica (ad es. Tubercolosi cutanea), virale (ad es. varicella, herpes simplex) ed altre malattie micotiche (ad es. candida, tinea).
  • Rosacea
  • Acne vulgaris.
  • Dermatite periorale.
  • Ulcere cutanee.
Dermatosi nei bambini di età inferiore a 1 anno incluse le dermatiti e le eruzioni da pannolino poichè il pannolino può fungere da bendaggio occlusivo.

La terapia con bendaggio occlusivo è controindicata nelle lesioni essudative.

Il prodotto non è per uso oftalmico. Evitare accuratamente che il prodotto venga a contatto con l'occhio, ove potrebbe determinare l'insorgenza di glaucoma.



Nutragent (desonide) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Durante tale periodo utilizzare il farmaco solo in caso di effettiva necessità e sotto diretto controllo medico.

Gravidanza

Non sono stati condotti studi di teratogenicità con corticosteroidi ad uso topico.

Tuttavia gli studi condotti con corticosteroidi ad uso sistemico non hanno evidenziato alcun incremento del rischio di malformazioni rispetto a quello osservato nella popolazione globale. La somministrazione durante la gravidanza deve essere presa in considerazione solo se il beneficio atteso per la madre supera il rischio per il feto, perciò nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Allattamento

La somministrazione durante l'allattamento deve essere presa in considerazione solo se il beneficio atteso per la madre supera il rischio per il bambino.

In tal caso si raccomanda di non applicare il prodotto sul seno durante l'allattamento per evitare l'ingestione del prodotto da parte del neonato.



Quali sono gli effetti collaterali di Nutragent (desonide)


L'applicazione prolungata in quantità elevate del prodotto o il trattamento di ampie superfici corporee può provocare un assorbimento sistemico tale da produrre alterazioni da ipercorticalismo.

Trattamenti prolungati ed intensi anche con preparazioni di corticosteroidi moderatamente attivi possono provocare lesioni atrofiche a livello cutaneo, telangectasia (in special modo sul viso) strie atrofiche, (soprattutto alla radice degli arti e più facilmente negli adolescenti) porpora ecchimotica secondaria all'atrofia, fragilità cutanea.

L'applicazione di corticosteroidi sul viso può dare origine a dermatite peri-orale o a un peggioramento della rosacea.

Si possono inoltre osservare: ritardo nella cicatrizzazione delle ferite, comparsa di ulcere da decubito o ulcere agli arti inferiori.

Rischio di tossicità sistemica (vedere paragrafo 4.4)

Sono stati riportati casi di rash acneiforme o pustoloso, ipertricosi e depigmentazione cutanea.

Infezioni secondarie, soprattutto in presenza di bendaggio occlusivo o nelle pieghe cutanee e dermatiti allergiche da contatto sono state segnalate a seguito di somministrazione topica di corticosteroidi.

Le seguenti reazioni avverse sono state riportate durante l'esperienza post-marketing (frequenza non nota: la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili ): eritema, dermatite da contatto (dermatiteallergica da contatto), prurito, rash, sensazione di bruciore della pelle, infezione della pelle.

Il prodotto è di norma ben tollerato, ma se si dovessero manifestare segni d'ipersensibilità, l'applicazione deve essere sospesa immediatamente.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa