Orobicin

22 ottobre 2020

Orobicin



Orobicin: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Orobicin disponibili in commercio.


Orobicin è un farmaco a base di bacitracina + neomicina, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici. E' commercializzato in Italia da Pharmaday Pharmaceutical S.r.l. Unipersonale


Confezioni e formulazioni di Orobicin (bacitracina + neomicina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Orobicin (bacitracina + neomicina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Orobicin (bacitracina + neomicina) e perchè si usa


Infezioni del tratto intestinale sostenute da germi sensibili alla Neomicina ed alla Bacitracina. Nella preparazione del colon all'intervento chirurgico.



Come usare Orobicin (bacitracina + neomicina): posologia, dosi e modo d'uso


Per somministrazione orale.

È compito del medico curante stabilire le dosi e la durata del trattamento. La posologia media giornaliera varia nell'adulto da 4 a 10 compresse pro die a seconda dei casi, frazionate durante il giorno.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Orobicin (bacitracina + neomicina)


Ipersensibilità nota verso la Neomicina e la Bacitracina, insufficienza renale, sindromi miasteniche, male assorbimento. I prodotti contenenti Neomicina per uso orale sono controindicati nei bambini sotto i due anni. Inoltre non si deve somministrare l'antibiotico contemporaneamente ad agenti potenzilmente nefrotossici (kanamicina, streptomicina, gentamicina, polimixina, viomicina, cefalosporine, ecc.). Occlusione intestinale anche parziale.



Orobicin (bacitracina + neomicina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nelle donne durante la gravidanza va usato in casi di effettiva necessità e sotto diretto controllo del medico.



Quali sono gli effetti collaterali di Orobicin (bacitracina + neomicina)


Quelli riferiti con maggior frequenza sono la nausea, il vomito e la stipsi. Durante le terapie prolungate o ripetute può verificarsi una sindrome di malassorbimento con diarrea e steatorrea verosimilmente legate ad inibizione delle lipasi, fenomeni di nefrotossicità (oliguria, albuminuria, cilindruria, ematuria, iperazotemia) e di ototossicità (vertigini, ronzii, ipoacusia). Raramente reazioni di ipersensibilità con eruzioni cutanee di diverso tipo e sede.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa