Stanchezza  fisica o mentale?

12 ottobre 2019

Stanchezza fisica o mentale?


La stanchezza fisiologica


Essere affaticati, stanchi con quella sensazione di spossatezza, sonnolenza, mancanza di energia occasionale, sono sintomi che ci indicano che dobbiamo fermarci, riposare e /o dormire. Ma è veramente la conseguenza di quello che esageratamente abbiamo fatto? Se è cosi dobbiamo solo ricaricarci. Quando invece la mancanza di energia associata ad una sensazione di malessere e svogliatezza ci colpisce senza motivo cerchiamone le cause.

La stanchezza parafisologica


Le parafisiologiche sono quelle stanchezze che ci accompagnano durante la pubertà, la gravidanza, la menopausa, l'allattamento ma anchedopo la guarigione di una malattia infettiva o oncologica, sono stanchezze momentanee che sono legate a problemiadattogeniper discrepanzatra domanda e richiesta, si attenuano nel tempo fino talvoltaascomparire.

La stanchezza patologica

La stanchezza talvolta inspiegabile è un avvertimento che qualcosa non va, come nelle anemie, nell' ipotiroidismo anche subclinico, nelle neoplasie occulte, nelle infezioni spesso latenti (epatite, AIDS, nelle ipovitaminosi, come da carenza di vitamina D e del gruppo B, nel deficit di oligoelementi (Magnesio, selenio, calcio ecc.).

In tutte quelle condizioni di cattiva ossigenazione del sangue, come malattie del cuore e dei polmoni , nelle apnee ostruttive e nelle allergie. Molte malattie Neurologiche (sclerosi multipla, Parkinson, miastenia ecc.) e metaboliche ed endocrine (diabete , insufficienza surrenalica, disfunzioni tiroidee) si associano a fatica e stanchezza. Anche i farmaci (beta bloccanti , statine, diuretici , cortisonici, ecc.) possono essere implicati.

Frequentemente i disturbi dell'umore generano stanchezza, fatica, svogliatezza e mancanza di motivazione.
Un capitolo che merita approfondimento sono le malattie reumatiche: infatti due pazienti su tre lamentano stanchezza. Le malattie reumatiche sono molte e in maggior parte croniche. Si classificano in infiammatorie autoimmuni, come l'Artrite Reumatoide e psoriasica, le spondiloartriti, il Lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Sjogren, la sclerodermia le polimiositi e quelle degenerative come l'artrosi e la osteoporosi, ed in reumatismi extrarticolaricome la fibromialgia la sindrome della fatica cronica i reumatismi miofasciali.

Nei reumatismi infiammatori il dolore, associato alla infiammazione locale e generale (per tutte le citochine che si liberano ) determina a livello del sistema nervoso centrale e periferico la insorgenza di una stanchezza multifattoriale. Nella Fibromialgia che colpisce il 2-5% della popolazione soprattutto femminile il dolore diffuso è associata sempre a facile affaticabilità, stanchezza, disturbi del sonno, rigidità , colon irritabile, cefalea, spesso vescica dolorosa e molti altri sintomi, con esami ematici nella norma.

Da non sottovalutare il disturbo affettivo stagionale (DAS) frequente in autunno ed in primavera che associa alla stanchezza e a sintomi disfunzionali,come alterazioni dell' appetito, irritabilità, insonnia o sonnolenza, disturbi digestivi. IL DAS e indotto dal cambiamento della luce e della temperatura, che determina nei soggetti predisposti un alterazione delritmo sonno veglia, producendo uno squilibrio tra melatonina, serotonina, e dopamina.

Se la fatica dura più di 6 mesi e riduce del 50% le nostre attività, associandosi almeno aquattro di questi sintomi:

  • difficoltà di concentrazione e memoria
  • poliartralgie e mialgie
  • mal di testa
  • disturbi del sonno
  • malessere che persiste per più di 24 ore dopo attività
  • dolore ai linfonodi
  • mal di gola

abbiamo il forte sospetto di essere in presenza di una sindrome della fatica cronica.
Infine, la tristezza ela melanconia, legati al male di vivere in un modo che non ci piace, possono causare stanchezza. Pensiamoci.


Stanchezza, le possibile cause

  • Anemia (carenza di ferro)
  • Menopausa, gravidanza, endometriosi
  • Ipovitaminosi D
  • Fibromialgia
  • Sindrome da stanchezza cronica
  • Artrite reumatoide, sindrome di Sjogren, lupus eritematoso sistemico, polimiositi
  • Broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO), enfisema
  • Disturbi del sonno, apnee ostruttive
  • Diabete, disfunzioni della tiroide (ipotiroidismo, ipertiroidismo)
  • Malattia di Addison
  • Infezioni, AIDS
  • Infarto miocardico, insufficienza cardiaca congestizia
  • Insufficienza epatica, insufficienza renale
  • Miastenia, sclerosi multipla , Parkinson, sindrome delle gambe senza riposo
  • Tumori
  • Allergie, celiachia
  • DAS
  • Disturbi dell'umore

Laura Bazzichi
Tel: 0584300420
Cell: 3662760880
Sito: www.dottoressalaurabazzichi.com


Patologie e sintomi:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Perché camminare all’aperto fa bene
04 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Perché camminare all’aperto fa bene
Dieci motivi per camminare di più
28 ottobre 2019
Notizie e aggiornamenti
Dieci motivi per camminare di più