#coronavirus: fase 2 convivere con il virus - i commenti del Prof. Pierluigi Lopalco e dell’On. Paolo Siani

27 aprile 2020

News

#coronavirus: fase 2 convivere con il virus - i commenti del Prof. Pierluigi Lopalco e dell’On. Paolo Siani


"Siamo in grado di riorganizzare e ridisegnare il nostro Sistema Sanitario in vista della ripartenza dal 4 maggio e con uno sguardo il futuro e quali le conseguenze socio-sanitarie ed economiche della pandemia?" Lo ha chiesto l'Onorevole Beatrice Lorenzin, V Commissione Bilancio, già ministro della Salute, moderatrice del webinar, organizzato da Edra, "Nuovi modelli per la Governance delle cure" agli esperti in collegamento.


Pierluigi Lopalco: dovremo convivere con il #coronavirus


"Con la riapertura, avremo un probabile incremento di casi. È inevitabile che questo accada, ma dobbiamo farci trovare preparati - ha commentato il professor Pieluigi Lopalco, Epidemiologo -. È un elemento da tenere presente che non deve creare isterismi. Questa è una pandemia, come quella osservata nel 1920 (la famosa "spagnola"), che ha fatto cento milioni di morti nel mondo. Oggi la situazione è simile, ma la differenza è che abbiamo un Sistema Sanitario che ci permette di contrastarla. Ci sono due elementi che convivono, nel bene e nel male: stiamo evitando milioni di morti, però, allo stesso tempo, non siamo abituati ad accettare un rischio infettivo di questo tipo".

Lo Palco sottolinea che "abbiamo contenuto il Covid ma dobbiamo abituarci a conviverci sapendo come agire. Abbiamo gli ospedali che potranno mettere in pratica quanto appreso ed è necessario avere a disposizione dispositivi di protezione individuale e saperli usare; sul territorio dobbiamo avere le sentinelle: i focolai ci saranno ma dovremo essere in grado di individuarli e di chiuderli".

Sul confronto con l'emergenza in Germania, Lo Palco afferma: "Non conosciamo la loro politica di conteggio dei casi; in ogni caso, la Germania ha avuto il tempo di prepararsi, così come alcune regioni italiane. Nelle pandemie l'elemento tempo è molto importante".

Sulle posizioni del mondo scientifico, conclude: "Questo virus era sconosciuto e il mondo scientifico in questo periodo ha prodotto veramente molto. Non fidiamoci di chi fa previsioni con certezza su quel che accadrà, ma basiamoci sempre sul ragionamento scientifico, che può dare delle opzioni alla politica; poi è la politica che poi prende le decisioni".


Paolo Siani: i bambini i più dimenticati nel periodo del #coronavirus


Durante il webinar "Nuovi modelli per la Governance delle cure" l'Onorevole Beatrice Lorenzin ha chiesto al Pediatra e Onorevole Paolo Siani, XII Commissione Affari Sociali e Commissione Parlamentare per l'infanzia e Adolescenza, qual è l'impatto di questo periodo su bambini e adolescenti: "I bambini si ammalano poco di questo virus e sembra che lo diffondano anche meno rispetto agli adulti. I bambini (10 milioni in Italia e il 16% in condizioni di povertà) sono stati gli unici dimenticati in questo periodo di pandemia. Nei prossimi giorni andremo dal Presidente del Consiglio con richieste dei medici del territorio e gliele esporremo. Come riapriremo le scuole, che rassicurazioni possiamo dare? Sono molti gli interrogativi a cui dare risposte per rassicurare mamme e cittadini.

L'Onorevole Siani parla anche di una riorganizzazione a livello territoriale: "In questi giorni mi sono informato su cosa è cambiato negli ospedali in questo periodo: l'ospedale sta funzionando da ospedale, cioè per i casi più gravi, il resto passa da altri canali, ad esempio quelli tecnologici, per la comunicazione con il medico. Se noi oggi sfruttiamo il cambiamento dettato da questa situazione, ne avremo un grande vantaggio in futuro. L'emergenza Covid-19 deve portarci un futuro migliore: per esempio, la figura del medico di base da solo non funziona più, dobbiamo costruire delle vere e proprie unità operative territoriali, con pediatra di famiglia, medico di famiglia, infermiere, esami di laboratorio e con il supporto delle tecnologie".



Speciale Coronavirus:


Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube