#coronavirus: fase 2, in arrivo nuova autocertificazione per gli spostamenti: come sarà

29 aprile 2020

Indicazioni e comportamenti

#coronavirus: fase 2, in arrivo nuova autocertificazione per gli spostamenti: come sarà


C'è attesa per il nuovo modello di autocertificazione per la cosiddetta "Fase 2"

Il Governo non ha ancora fatto sapere quando sarà disponibile ma è certo è che tutti gli spostamenti consentiti a partire dal 4 maggio prossimo, richiederanno ancora la compilazione del modulo.

La nuova autocertificazione, che sarà la quinta versione dall'inizio dell'emergenza, terrà conto delle novità introdotte dal Dpcm del 26 aprile 2020, come la visita ai congiunti e il rientro al proprio domicilio. Inoltre si dovranno giustificare anche gli spostamenti per partecipare alle celebrazioni funebri, riservate a un massimo di 15 persone, quelli per recarsi nei parchi pubblici che saranno riaperti con ingressi contingentati, per svolgere attività sportiva all'aperto, e per andare al lavoro per tutti coloro che sono impegnati in un settore che ha ricevuto il semaforo verde del Governo.

Il sistema dell'autocertificazione resterà finché esisteranno restrizioni.

"È chiaro che nel momento in cui il regime degli spostamenti resta limitato, è difficile che si possa eliminare l'autocertificazione. Resterà finché ci saranno delle limitazioni", ha spiegato in proposito il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la conferenza.
Non resta dunque che aspettare la pubblicazione del nuovo modulo da parte del Ministero dell'Interno, previsto per i prossimi giorni.



Speciale Coronavirus:


Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube