#coronavirus: come sarebbe la nostra vita senza odori?

23 maggio 2020
News

#coronavirus: come sarebbe la nostra vita senza odori?


La perdita dell'olfatto è uno dei primi sintomi del Covid-19, ma si stima che, a prescindere dal virus, 1 persona su 20 sia incapace di sentire odori e profumi. Senza questa nostra capacità innata saremmo meno intelligenti e meno al sicuro e i nostri rapporti socio-emozionali peggiorerebbero. Che l'alterazione dell'olfatto sia uno dei primi sintomi del Coronavirus è stato confermato da uno studio, pubblicato su Jama, a cura dell'Università di Padova con il concorso di ricercatori britannici. L'obiettivo della ricerca era quello di stimare la prevalenza, l'intensità e il momento di insorgenza di un alterato senso dell'olfatto o del gusto nei pazienti infetti.

Covid-19 e perdita dell’olfatto


Capire perché, come e quanto spesso i malati di Covid-19 perdano questo senso (e anche il gusto) è l'obiettivo di un altro progetto, questa volta dell'associazione internazionale Global Consortium for Chemosensory Research, cui partecipa anche la Scuola internazionale superiore di studi avanzati di Trieste, e le istituzioni di 50 Paesi nel mondo, dalla Nuova Zelanda al Giappone, dall'Africa agli Stati Uniti e Sud America. Ancora non si è capito il significato clinico di questi sintomi, la cui origine potrebbe aiutare a comprendere diversi aspetti dell'azione del virus sull'organismo e del contagio. Senza l'olfatto quasi ogni aspetto della vita è condizionato: dal rapporto con il cibo, con l'insorgere dell'inappetenza, fino alla rottura delle relazioni sociali.


L’odore delle emozioni


L'odore delle cose è un concetto potentissimo. Pensate a quello del vostro partner, una vera e propria scia chimica che vi permette di riconoscerlo in un istante. Un odore può far innamorare o respingere, difatti è scientificamente provato che quando conosciamo una persona la annusiamo più o meno come fanno gli animali, anche se non ce ne rendiamo conto. Uno studio dell'università di Stirling nel Regno Unito ha dimostrato che l'olfatto influenza più di vista e tatto le scelte 'primitive', come quelle legate, appunto, al partner, alla sessualità e alle relazioni. Le emozioni, anch'esse, hanno un odore tipico. Esiste uno studio attualmente in atto che, a partire dall'analisi del sudore, vuole capire se le emozioni che si provano inducano a emettere molecole specifiche identificabili con l'olfatto.


L’odore nei film

Persino il Cinema si è occupato del nostro naso. La "puzza della povertà" in Corea è stato il fil rouge del film 'Parasite', Palma d'oro all'ultimo festival di Cannes, diretto dal Bong Joon-hom. La pellicola parla della lotta di classe ravvicinata in cui a fare la differenza c'è proprio anche l'olfatto. I poveri "puzzano un po' troppo" per i ricchi coreani, o almeno, è quello che capita nel film. Arrivando alle bizzarrie, in uno showroom londinese un'azienda francese di profumi ha sintetizzato l'odore personale di sei uomini per conto di un sito di incontri. E le donne presenti sembra abbiano gradito.


Cosa fa calare l’olfatto?

Una dieta ricca di grassi potrebbe arrivare a farlo perdere. I neuroscienziati della Florida State University nel 2014 hanno dimostrato l'esistenza di un solido legame tra cattiva alimentazione e senso dell'olfatto e che i cibi grassi potrebbero ridurre del 50% i neuroni che codificano gli odori. Tornando al tema malattie, alcune di esse hanno un "odore", come ad esempio il Parkinson ed esistono cani in grado di "sniffarle". Senza olfatto, infine, la soglia dell'igiene personale si abbasserebbe e le città sarebbero più sporche e piene di rifiuti.


Maria Elena Capitanio


Bibliografia

Smell dysfunction: a biomarker for COVID-19.Moein ST et al. Int Forum Allergy Rhinol. (2020)

Acute-onset smell and taste disorders in the context of COVID-19: a pilot multicentre polymerase chain reaction based case-control study.Beltrán-Corbellini Á et al. Eur J Neurol. (2020)

A New Symptom of COVID-19: Loss of Taste and Smell.Gautier JF et al. Obesity (Silver Spring). (2020)





Speciale Coronavirus:
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube