Covid-19: le mascherine chirurgiche proteggono

23 agosto 2021
Aggiornamenti e focus

Covid-19: le mascherine chirurgiche proteggono



Indossare una mascherina chirurgica può fornire una protezione dagli aerosol simile a quella di un respiratore


Una nuova ricerca diretta da Christian Sterr, della Philipps University Marburg in Germania, e presentata al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive (ECCMID) mostra che indossare una mascherina chirurgica può fornire una protezione dagli aerosol simile a quella di un respiratore.

Le protezioni facciali generiche in tessuto, tuttavia, non offrono una protezione paragonabile. I ricercatori hanno confrontato 32 tipi di dispositivi destinati all'uso negli ospedali, tra cui mascherine chirurgiche, respiratori e protezioni facciali in tessuto. Tra le mascherine chirurgiche alcune avevano certificazione EN 14683 e altre no, e i respiratori includevano i tipi FFP2 e KN95. Il primo esperimento ha misurato l'efficacia di filtrazione del materiale della maschera. L'efficacia di filtrazione media è stata più bassa per le mascherine in tessuto (28%), seguite dalle mascherine chirurgiche non certificate (63%) e dalle mascherine chirurgiche certificate (70%).

Il respiratore KN95 ha filtrato il 94% delle particelle e il respiratore FFP2 il 98%. Il secondo esperimento ha misurato la pressione dell'aria su entrambi i lati della maschera, per valutare la resistenza alla respirazione. Le maschere chirurgiche di tipo II hanno prodotto una caduta di pressione di 12,9 Pa/cm², mentre le maschere chirurgiche non certificate hanno prodotto una caduta di pressione di 16,2 Pa/cm².

I respiratori hanno prodotto cadute di pressione da due a tre volte superiori (26,8 Pa/cm² per FFP2 e 32,3 Pa/cm² per KN95), indicando una maggiore resistenza e quindi fatica alla respirazione. I risultati per le maschere di stoffa variavano tra 6,9 e 149,3 Pa/cm². Il terzo esperimento ha misurato l'efficacia di filtrazione delle maschere indossate sulla testa di un manichino per simulare le condizioni reali nelle quali le maschere vengono indossate. Le mascherine in tessuto e le mascherine chirurgiche non certificate hanno avuto la peggiore efficacia, filtrando rispettivamente solo l'11,3% e il 14,2% delle particelle. Le maschere chirurgiche di tipo II hanno avuto risultati di filtrazione simili ai respiratori KN95 (41%) e ai respiratori FFP2 (65%). «Le mascherine chirurgiche certificate possono fornire un'elevata protezione con una bassa resistenza al flusso d'aria allo stesso tempo. I respiratori FFP2 hanno fornito in media il miglior effetto protettivo, mentre i KN95 hanno funzionato relativamente male, con un'efficacia di filtrazione inferiore a quelle delle migliori maschere chirurgiche di tipo II» conclude l'esperto.

European Congress of Clinical Microbiology & Infectious Diseases (ECCMID)

Fonte: Doctor33

Tags:

In evidenza:

Speciale Coronavirus:

...e inoltre su Dica33: