Aerofagia?

06 giugno 2014

Aerofagia?




06 giugno 2014

Aerofagia?

dottore, l'ho contattata un paio di mesi fa. . provo a ricordarle il motivo.
soffro di singhiozzi ed eruttazioni frequenti. . anche a stomaco vuoto. . a volte capita che avvengano simultaneamente o l'uno precede l'altro di pochissimo. . i singhiozzi nella maggior parte dei casi sono interni, cioè non sembrano arrivare a esofago e bocca ma rimangono interni allo sterno. .
secondo lei questi problemi possono essere dovuti all'aerofagia? per aerofagia si intende solo l'eruttazione o anche il singhiozzo?
preciso una cosa importante. . per problemi che non vado a spiegarle, io respiro e mastico a bocca aperta. . questo crede che porti ad ingoiare aria? ?
potrebbe essere questo il vero problema o non c'entra nulla?
al momento sto assumendo debridat tre volte al giorno. . è indicato in questi casi?
grazie del suo supporto. .

Risposta del 06 giugno 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Aerofagia significa letteralmente. " mangiare aria ". In realtà l'aria non si mangia, se non in piccole quantità e in casi particolari. L'aria si forma per fermentazione dei cibi. L'aerofagia può causare, naturalmente, eruttazioni e talvolta anche il singhiozzo. Per curare quest'ultimo, talvolta è utile un farmaco miorilassante, che si chiama baclofene. Ma glielo deve prescrivere il suo medico.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube