Al dottor moschini, per gentilezza.

21 gennaio 2006

Al dottor moschini, per gentilezza.




18 gennaio 2006

Al dottor moschini, per gentilezza.

Domanda del 13/01/2006 15. 34. 19 Oggetto: terapia tiroidite autoimmune Gentile Dottore, Mi è stata diagnosticata una tiroidite autoimmune e sono stato curato per anni con una terapia soppressiva con eutirox 125. Il mio tsh è sempre stato a 0, 1. Le ecografie dicevano reperti di normalità e nei limiti. Lultima del 2003 dice che la tiroide è un po' ridotta di volume con ecostrutura disomogenea senza lesioni nodulari. Un altro endocrinologo consultato di recente mi ha detto che la terapia soppressiva per curare la tiroidite di hashimoto non ha alcuna base razionale: va fatta solo la terapia sostitutiva-integrativa per aiutare la tiroide, e vuole ridurre il dosaggio il più possibile dopo controllo tsh, ft3, ft4 Secondo questo ultimo medico il valora di TSH deve essere tenuto nel range di normalità, secondo il primo medico invece deve essere soppresso, e vuole aumentarare il dosaggio di eutirox a 150 mcg. Non essendo medico, cosa decido? Esistono due protocolli di cura? Risposte: Risposta del 16/01/2006 Ha ragione il secondo, non devo sopprimere la tiroide, ma aiutarla a guarire, se poi aggiunge una terapia biologica, aumenta le probabilità di cura. Inoltre devo cercare l'agente ziologico, che si individua nel virus di Epstein-Barr, di cui conoscendo il genoma, si può stimolare il sistema immunitario a portarlo via Dott. Alberto Moschini CARRARA (MS) Gentile Dottore le pongo due domande. 1 Cosa è la terapia biologica e dove si può fare? 2 al reparto endocrinologico dell'ospedale non mi propongono di fare alcuna ricerca eziologica nè la ricerca del virus? Perchè? Ci sono tanti modi diversi in italia di curate una tiroidite di hashimoto?

Risposta del 21 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Non ci sono tanti modi e protocolli diversi per curare una Tiroidite autoimmune, perchè esiste una letteratura internazionale che studia e pubblica tali ricerche. Nel caso specicifico si individua l'agente eziologico della Tiroidite nel virus di Epstein-Barr, che naturalmente va portato via, purtroppo non conoscendo altri sistemi, la medicina convenzionale non ha nessun interesse ad individuare l'agente eziologico, non ha le armi, la medicina biologica le possiede, stimola il sisteama immunitario a portare via il virus medesimo, pertanto deve fare esami più specifici per indivuadare le cause e approntare una terapia adeguata.
Purtroppo non le posso indicare dove si pratica, si deve rivolgere a un medico nella sua zona.
La medicina biologica, individuato l'agente eziologico, di cui è noto il genoma, (come si evince dalle pubblicazioni), stimola il sistema immunitario a individuarlo e eliminarlo.

Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa