04/11/04  - Crisi d'astinenza da eroina - Mente e cervello

04 novembre 2004

04/11/04 - Crisi d'astinenza da eroina - Mente e cervello




Domanda del 04 novembre 2004

Crisi d'astinenza da eroina


vorrei sapere come poter aiutare una persona quando è colta da una crisi d'astinenza dovuta al consumo di eroina, quali sono i sintomi che posso presentarsi e come agire di conseguenza
Risposta del 11 novembre 2004

Risposta di NADIA GENNARI


i sintomi di astinenza da eroina possono essere di vario grado a seconda del grado di intossicazione e dal tempo trascorso dall'ultima dose assunta (nei soggetti tossicodipendenti l'assunzione si eroina avviena circa ogni 4-6 ore). Di solito l'astinenza inizia con sbadigli, piloerezione, spasmi muscolari (soprattutto alle gambe), dolori osteoarticolari diffusi, aumento della temperatura, Ansia intensa fino ad arrivare al grado estremo (raramente raggiunto) di perdita di controllo degli sfinteri.
Il controllo farmacologico della sintomatologia dipende dal tipo di progetto terapeutico. Il soggetto è seguito dal servizio tossicodipendenze di zona?il primo passo è sicuramente questo. Solo dopo una visita medica specialistica è possibile individuare il tipo di trattamento (farmaco sostitutivo, buprenorfina, antidolorifici e altri sintomatici...). Una rassicurazione la sindrome d'astinenza, per tanto che sia dolorosa, non è mortale, ma regredisce spontaneamente dopo qualche giorno)

Dott.ssa Nadia Gennari
Medicina Territoriale



Il profilo di NADIA GENNARI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello




Potrebbe interessarti
Tecnologia, sonno e cattive abitudini
Mente e cervello
25 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Tecnologia, sonno e cattive abitudini
Il dolce far niente
Mente e cervello
22 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Il dolce far niente
Il legame tra anoressia e sport agonistico
Mente e cervello
11 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Il legame tra anoressia e sport agonistico