Differenza sui vari interventi per dimagrire

14 febbraio 2006

Differenza sui vari interventi per dimagrire




09 febbraio 2006

Differenza sui vari interventi per dimagrire

Salve, ho 31 e peso 120 kili ho deciso di operarmi per risolvere il problema dell'obesita', sarei indirizzata a fare la diversione bilio-pancreatica ma vorrei sapere la differenza con la gastroplastica secondo meson, nn so quale sia la migliore e le differenze sia per il dopo interervento che il durante. Sono in crisi perhe' so' che nn sara' facile ne uno ne l'altro ma se e' possibile vorrei un suo consiglio a riguardo. Grazie Stefania Mancuso

Risposta del 12 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Non farei nessuna dei due. Pensare di perdere peso con una operazione è la cosa più stupida che possa esistere, anche perchè, per la mia esperienza, non si può immaginare i guai che provocano questi interventi, putroppo io vedo le problematiche successive. Se lei ha raggiunto il peso di 120 chili vuol dire che nel complesso ha eseguito diete errate, la principale dieta errata è quella ipocalorica, perchè non tiene conto dei circa venti sistemi di regolazione del peso corporeo. Attualmente va considerato l'indice glicemico dei cibi, come indicato in un lavoro del 1981. Am J Clin Nutr. 1981 Mar;34(3):362-6. Glycemic index of foods: a physiological basis for carbohydrate exchange. Inoltre il tessuto adiposo non va considerato come un semplice magazzino, ma è un organo endocrino che produce ormoni che servono alla regolazione dell’omeostasi corporea. Questi ormoni sono circa una ventina, se si contano i più importanti. Inoltre va considerata la sindrome metabolica: iperinsulinemia, insulino-resistenza, obesità. . . . . . . . ;
di tutto questo l’intervento e la dieta ipoclorica non tiene conto, si troverebbe con un sistema completamente sbilanciato, se non regola il tutto. Inoltre va considerata la composizione corporea, lo sbilanciamento della massa magra a favore della grassa, porta a un altri disequilibrio. Lei mangiarebbe meno ma anche meno proteine che servono a fare massa magra. L’organismo ha bisogno di sali minerali, vitamine, proteine, i carboidrati sono benzina. Come vede, molteplici sono i meccanismi implicati, non ultimo è il disequilibrio ormonale, lo ha controllato?
Esegua:
eocromo e formula, piastrine
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
come vede, dopo l’intervento si troverebbe con tutti i problemi che l’hanno portata all’obesità, senza averli assolutamenti risolti.
SAluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 14 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott. CLAUDIO BERNARDI


Gentile signora,
in effetti gli interventi che alterano l'assorbimento intestinale possono realmente creare problemi ti tipo metabolico una volta che il sogetto dimagrisce: egli non assimila bene, dimagrisce, ma può presentare carenze metaboliche di vario tipo. Il mio consiglio, che è legato all'esperienza di questi casi, è affidarsi ad un dietologo serio ( che saprà consigliarle anche un eventuale supporto psicologico) e alla fine prenda in considerazione la chirurgia plastica per la rimozione di tessuto in eccesso nella radice degli arti o il grembiule addominale.
Saluti
dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica Estetica

Dott. Claudio Bernardi
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
ROMA (RM)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube