Dislipidemia

30 luglio 2004

Dislipidemia




Domanda del 26 luglio 2004

Dislipidemia


Anamnesi

Donna, razza bianca europea 65 anni, altezza mt. 1,62. peso kg. 65. Pressione in media annua 120/80. Alimentazione standard. Non fumatrice. Non bevitrice di alcolici abutualmente

1984 Operata di asportazione totale utero e ovaie con Menopausa precoce

1990 Rilevato Glaucoma e attualmente in cura con: Timoptol 050 2 gocce al dì Trusopt 2 gocce 3 volte al dì

1990 Riscontrato all’ esame ecocolondopples agli arti inferiori una flebopatia ipotonica con reflusso ostiale safena femorale a sx e insufficienza della vena safena interna sx , reflusso ostale safeno popeteo dx con insufficienza della vena safena esterna dx e varici extrosaferiale; non ci sono segni di ostruzioni venose. Cure seguite: Recentex 400 1 al dì – Veronuton 1000 1 per 2 volte al dì

1999 Riscontrato virus Epatite c e riconosciuto come portatore sano di Epatite c avendo a tuttoggi riscontrato nei dovuti esami periodici valori nella norma.

Nei casi di forti nevralgie che mi accompagnano periodicamente: Mesulide pasticca

Riscontrato dal 1988 valori non nella norma di colesterolo.

Valori ultime analisi:
COLESTEROLO TOTALE 262
HDL 60
LDL 172
TRIGLICERIDI 96

Domanda: per una corretta prevenzione del rischio dovuto ad un valore di colesterolo non nella norma il mio medico curante vorrebbe prescrivermi una cura per abbassarne i valori. Io sono perplessa. Posso ottenere benefici equivalenti per esempio osservando diete particolare? Se si quali? Oppure posso contenerne i valori in altra maniera? Od è proprio il caso di iniziare la relativa terapia che mi trova perplessa? Un grazie anticipato per i consigli.







Risposta del 30 luglio 2004

Risposta di PAOLO ANGELO CAVALLI


Gent.le Sig.ra in effetti ha un colesterolo totale e hdl che è attualmente un pò elevato.
Sarei dell'idea di assumere un buon ipocolesterolemizzante, facendosi consigliare dal suo medico il farmaco più adatto al suo caso, e perché no aggiungere una dieta con scarso apporto di colesterolo (ridurre quindi uova, formaggi grassi, dolci) e incrementare un po' l'attività motoria.

Cordiali saluti

Paolo Cavalli, Milano

Dott. Paolo Angelo Cavalli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata




Il profilo di PAOLO ANGELO CAVALLI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Pertosse
Malattie infettive
10 settembre 2018
Patologie
Pertosse
Il soggiorno marino in spiagge tropicali
Malattie infettive
19 agosto 2018
Libri e pubblicazioni
Il soggiorno marino in spiagge tropicali
Morsi di zecca, come comportarsi
Malattie infettive
17 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Morsi di zecca, come comportarsi