Dopamina

13 ottobre 2006

Dopamina


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


09 ottobre 2006

Dopamina

Ringrazio sinceramente il Dr Muciaccia per la risposta inviatami, e confermo che i neurologi che hanno in cura mio figlio hanno prospettato una terapia che prevede all'inizio una dose molto bassa (6mg al giorno che verrà aumentata di settimana in settimana). In base alle informazioni che ho raccolto anche tramite internet non sono riuscita a capire bene quali possano essere gli effetti collaterali (i medici hanno parlato solo di nausea vomito diarrea e mal di testa), anche perchè non dispongo di un foglietto illustrativo del farmaco. Preciso che mio figlio ha eseguito un prelievo del liquor per la valutazione della patologia dei neurotrasmettitori che ha dato esito sostanzialmente negativo, tranne un certo rapporto tra la dopamina e un'altra sostanza di cui non ci è stato detto il nome che risulta leggermente alterato (un pò basso rispetto alla norma); alterazione che è proprio minima a detta dei medici ma che li autorizza a proporre questa terapia. Tocca a noi genitori decidere se iniziare questa terapia, ma siamo un pò scettici in quanto due anni fa era stata provata una terapia a base di ARTANE con esiti devastanti per nostro figlio, da qui la paura di fare una scelta che possa compromettere nuovamente la saluta psicologica di nostro figlio. All'epoca non ci era stato detto che tale farmaco (artane) avrebbe potuto influire così drammaticamente sulla psiche di nostro figlio (era arrivato addirittura a mordersi le mani tanto da staccarsi pezzi di carne. . . . ) Chiedo scusa per l'insistenza, ma non sappiamo proprio come fare per avere notizie più precise circa gli effetti collaterali della dopamina. Vi saremmo estremamente grati se poteste fornirci indicazioni in merito o avere una copia del foglietto illustrativo. Se occorre posso anche inviarvi il mio numero telefonico. Grazie ancora, cordiali saluti.

Risposta del 13 ottobre 2006

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO MUCIACCIA


Ad integrazione della mia precedente risposta, questi sono gli effetti collaterali della L-DOPA descritti nei foglietti illustrativi:

alterazioni mentali comprendenti l'ideazione paranoide ed episodi psicotici;
Depressione. Un comune, ma meno grave effetto indesiderato e' la nausea. Effetti indesiderati meno frequenti sono irregolarita' cardiache e/o palpitazioni, episodi di ipotensione ortostatica, episodi di bradicinesia, Anoressia, vomito, vertigini, sonnolenza (torpore eccessivo), episodi di attachi di sonno improvviso. Raramente si sono manifestati emorragia gastrointestinale, Ulcera duodenale, Ipertensione, Flebite, leucopenia, agranulocitosi e trombocitopenia, Anemia emolitica e non emolitica, dolore toracico, dispnea e parestesia. Alterazioni dei test di laboratorio comprendono: aumenti della SGOT, della SGPT, della LDH, della bilirubina, della fosfatasi alcalina, nonche' aumenti dell'azotemia, della creatinina, dell'acido urico e positivita' al test di Coombs. L' Anemia emolitica e' estremamente rara. Altri effetti indesiderati descritti con levodopa sono i seguenti. Psichiatrici: euforia, confusione, Insonnia, delirio, incubi, allucinazioni e fissazioni, agitazione ed Ansia. Neurologici: atassia, svenimenti, aumentato tremore delle mani, insensibilita', crampimuscolari, trisma, attivazione di una sindrome di Horner latente. Gastrointestinali: stipsi, Diarrea, disturbi e dolori addominali, meteorismo, singhiozzo, scialorrea, bocca amara, secchezza delle fauci, sensazione di bruciore alla lingua, disfagia, bruxismo. Dermatologici: vampate, sudorazione aumentata, perdita di capelli, eruzioni cutanee, sudore scuro. Urogenitali: ritenzione urinaria, Incontinenza, urina scura, priapismo. Organi di senso: visione offuscata, diplopia, pupille dilatate, crisi oculogire. Metabolici: perdita o acquisto di peso, edema. Altri: debolezza, affaticabilita', Cefalea, raucedine, malessere, vampate di calore, senso di eccitazione, ritmo respiratorio irregolare, sindrome neurolettica maligna, Melanoma maligno.

Una lista apparentemente temibile. . . .

In realtà è bene precisare quanto segue:

1) La maggior parte dei farmaci presenta molti potenziali effetti collaterali;

2) Gli effetti collaterali gravi in genere sono rari o molto rari;

3) Gli eventi avversi (anche quelli gravi) sono quasi sempre reversibili alla sospensione del farmaco.

Da quanto detto, i farmaci si possono assumere con relativa tranquillità; tuttavia il medico deve vigilare al fine di individuare precocemente eventuali effetti collaterali e modificare il dosaggio del farmaco o interrompere il trattamento.

Fatta questa premessa, forse deve riporre maggiore fiducia nell'operato dei Neurologi del C. Besta.

Tanti saluti.

Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Il diario giornaliero dell'umore, un aiuto per il paziente depresso
Mente e cervello
17 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Il diario giornaliero dell'umore, un aiuto per il paziente depresso
Covid-19, neomamme: aumentate le visite di salute mentale
Mente e cervello
16 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, neomamme: aumentate le visite di salute mentale
Alzheimer: le farmacie amiche delle persone con demenza
Mente e cervello
12 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer: le farmacie amiche delle persone con demenza