Elettromiografia

07 giugno 2006

Elettromiografia




03 giugno 2006

Elettromiografia

Mi sono recata in un poliambulatorio per eseguire un'elettromiografia al braccio destro a causa di formicolii che si manifestano frequentemente. Il medico ha utilizzato degli elettrodi che mi ha applicato in due punti della mano per poi far passare l'impulso elettrico. Avendo letto su internet (oltre che aver sentito l'esperienza di altre persone) di diffidare di chi utilizza elettrodi e non aghi appositi, vorrei sapere se l'esame è valido oppure questa metodica non è sufficiente per individuare eventuali patologie? Grazie.

Risposta del 07 giugno 2006

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO MUCIACCIA


Gentile Signora,

L'esame che ha praticato è definito " studio della velocità di conduzione nervosa sensitiva e motoria". Tale indagine, che è complementare alla elettromiografia ad ago, è importante nella valutazione delle neuropatie e si esegue utilizzando appositi elettrodi a nastro.
L'esame effettuato è verosimilmente utile nel Suo caso, sebbene i dati anamnestici da Lei riportati sono insufficienti per un orientamento diagnostico.
Distinti saluti.

Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa