Emorroidi

08 giugno 2008

Emorroidi




Domanda del 05 giugno 2008

Emorroidi


l'uso del dilatan nel caso di emorridi esterne non sangunolente
puo' migliorare la situazione oppure la peggiora?
sto usando inoltre una pomata rettale cortisonica e compresse a base di bioflavonidi.
grazie
Risposta del 08 giugno 2008

Risposta di DONATO DE GIORGI


L'indicazione ad utilizzare il "dilatan" nel caso da Lei prospettato non è corretta: questo presidio ha infatti come obbiettivo quello di risolvere uno spasmo o un restringimento dello sfintere anale, come quello che si verifica solitamente in caso di ragade anale, condizione sostanzialmente diversa da quella da Lei prospettata.
Nella situazione di "prolasso emorroidario" è corretto - invece - l'uso di compresse di bioflavonoidi ed anche pomate cortisoniche possono avere una positiva azione locale, a patto che siano utilizzate per brevi periodi (anche per evitare infezioni micotiche di difficile risoluzione). Rimane essenziale attuare accorgimenti igienico-dietetico-comportamentali, ma soprattutto partire da una accurata e documentata diagnosi clinica e strumentale (l'autodiagnosi talvolta può essere premessa per gravi ritardi di appropriata terapia !)

Dott. Donato De Giorgi
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia apparato digerente
Specialista in Chirurgia generale



Il profilo di DONATO DE GIORGI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue



Potrebbe interessarti
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Cuore circolazione e malattie del sangue
27 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne