Extrasistole continue

20 novembre 2014

Extrasistole continue




19 novembre 2014

Extrasistole continue

Salve Dottore, avrei bisogno di un consiglio. Soffro ormai da molti anni di tachicardia con extrasistole. Premetto che soffro di stati d'ansia, ed è proprio questa che mi ha portato a girovagare da molti cardiologi ( 14 ) dal 2010. Ho fatto molte indagini, svariati ECG, 2 ecocardiogramma- holter delle 24 h ne ho messi 3. Sono stata ricoverata per lo studio elettrofisiologico transofageo, che non ha rilevato nessuna aritmia, -event monitor con telecardiologia seguita in ospedale. La diagnosi è stata sempre la stessa. Tachicardia sinusale. Avevano provato a darmi anche delle piccole dosi di betabloccante. Se non ricordo male, CARDICOR dosaggio minimo, ed IVABRADINA, ma sosoesi per effetti collaterali. Stanchezza eccessiva vertigini, battiti sotto i 50 la notte piedi freddi, e pressione bassissima. Per un brevissimo tempo sono stata benino, invece ad agosto sono tornate di nuovo le extrasistole, mentre prima venivano più sporadiche si sono accentuate praticamente ancora le avverto, con o senza sforzi, anche semplicemente svolgendo lavori domestici. A settembre ho rimesso di nuovo l'holter delle 24 h le scrivo il responso: Ritmo sinusale di media frequenza caratterizzato da fisiologiche variazioni consensuali alle attività svolte ed al riposo notturno. Conduzione atrioventricolare stabile. Rarissimi battiti ectopici ventricolari e sopraventricolari isolati. Assenza di pause e di modificazioni significative del recupero. Soffro di morbo celiaco da 8 anni, ho fatto di nuovo il controllo con gastroscopia e risulta una bruttissima gastrite con erosioni. Le extrasistole che avverto possono essere provocate dallo stomaco? altrimenti cosa le provoca? Devo fare ulteriori accertamenti tipo ECG sottosforzo? che mi consiglia' La ringrazio anticipatamente Cordiali saluti

Risposta del 20 novembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Non credo che la sola Gastrite sia la causa delle sue aritmie (peraltro descritte come rarissime ). Il reflusso gastro-duodenale può provocarle, ma non sembra essere il suo caso. Invece, lo stato di Ansia può essere una della cause. Per il resto, il suo elettrocardiogramma è normale, quindi vorrei pregarla di non preoccuparsi se ogni tanto sente qualche " tuffo " al cuore. Non ritengo necessario eseguire ulteriori esami.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube