Gastroscopia

09 gennaio 2019

Gastroscopia




Domanda del 04 gennaio 2019

Gastroscopia


Sono una ragazza di 29 anni. Nel 2014 ho effettuato una gastroscopia in cui si evidenziava: cardias incontinente, con risalita della linea zeta; stomaco iperemico. Ad oggi ho continui dolori allo stomaco e all'altezza dell'ernia iatale, con difficoltà digestive. Mi consiglia di ripetere la gastroscopia?
Risposta del 09 gennaio 2019

Risposta di:
Dott. FRANCO TUPPUTI


Se il cardias è incontinente, lo sarà sempre, perciò ripetere la gastroscopia non serve. Prioritaria è invece la terapia
anti-reflusso, che può essere continua o ciclica, associata o meno a terapia con inibitori di pompa protonica.

Dott. FRANCO TUPPUTI
Medicina generale convenz.
Risposta del 09 gennaio 2019

Risposta di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sono completamente d' accordo con il collega : ripetere la gastroscopia è inutile. deve fare dei cicli con uno dei farmaci che riducono la produzione di acido da parte dello stomaco. Se questa terapia non raggiunge l' effetto desiderato, è opportuno completare gli esami, aggiungendo quello che si chiama pH-impedenzometria e la manometria esofagea. Esami che vengono eseguiti in Centri Ospedalieri specializzati. Poi si discute il da farsi.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Potrebbe interessarti