Holter cardiaco

16 dicembre 2015

Holter cardiaco




16 dicembre 2015

Holter cardiaco

Buongiorno dottori,
Dopo un ecg con esito normale ho fatto anche un holter 24h (perché riferivo al mio dottore delle extrasistole che non erano state valutate nel tempo ristretto di un normale ecg ).
Il risultato dell'holter è normalissimo con nessun episodio di nessun genere (non ve lo riporto per non annoiarvi, cmq rileva 0 episodi di tutto e solo degli episodi di tachicardia sinusale in due momenti della giornata dovuti all'Ansia ).
Ora, che sto a fare a rompervi le scatole?
Il problema è che io quelle pause nel battito cardiaco le contiuo a sentire.
Spesso a riposo, ma anche dopo mangiato o se faccio sforzi.
Il dottore mi ha detto che è la percezione del cambio della frequenza cardiaca che io, da ansioso premio Nobel, percepisco perché costantemente in ascolto.
Mi suona bene, plausibile, ma la verità è che se provo a sentirmi i battiti, che ne so: sul polso, con le dita, durante questi episodi, rilevo davvero una pausa nel normale battito cardiaco.
Mi rendo conto di non poter essere più accurato io dell'holter, ma perché mi sento così?
Soffro di reflusso gastroesofageo e mi è stato spiegato che questa sensazione può dipendere da questo, ma l'holter non avrebbe registrato delle extrasistole?
Ah dimenticavo di dire che durante le 24 ore dell'esame ho avuto spesso degli episodi di " cuore che salta dei battiti " ma, come ho detto: 0 eventi registrati dall'holter.
Voglio tornare a fare sport, ma ho paura di questi episodi, potreste darmi una mano spiegandomi cosa sono queste cose che sento?
E menomale che non volevo annoiarvi!

Risposta del 16 dicembre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Nessun disturbo e nessuna noia, siamo qui per cercare di rispondere a dei quesiti medici. Dunque, risulterebbe che lei ha sentito dei battiti irregolari proprio mentre veniva effettuato l'Holter, che invece, non ha registrato aritmie. Questo fatto dovrebbe convincerla definitivamente che non si tratta di extrasistoli. Potrebbe trattarsi - come le ha detto il suo medico - dell'accentuazione di quel fenomeno fisiologico che si chiama aritmia respiratoria, che, appunto, in alcuni soggetti, può essere così pronunciato da simulare extrasistoli.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube