Ischemia midollare

15 marzo 2006

Ischemia midollare




07 marzo 2006

Ischemia midollare

Gentile Dottore, circa due mesi fà mio padre (66 anni) è stato colpito da iscemia midollare. I sintomi sono stati paraparesi e compromissione del controllo vescicale. Dieci giorni dopo è stato colpito da embolia polmonare silente che fortunatamente gli è stata diagnosticata durante una angioTac. Adesso si trova ricoverato presso una clinica riabilitativa, ha ripreso a camminare e anche il controllo vescicale sembra recuperato. ancora però ha una sensazione di pesantezza alle gambe e si sente soprattutto "legato" a livello del bacino. Volevo chiederle quali possono essere le cause di questa ischemia, tenendo presente che mio padre non è diabetico, non soffre di colesterolo alto, e per quanto riguarda la regressa embolia non sembra aver provocato danni. E' possibile una anomalia nella microcircolazione del midollo spinale? in questo caso quali sono le indagini da fare e gli esami? La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti

Risposta del 15 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. EDOARDO GENTILE


L'ischemi midollare, come tutte le alte ischemie dipende dala chiusura di un vaso arterioso, la cui causa è sempre molto difficile da trovare e non esistono esami specifici in questo senso, Invece, esiste una terapia che abbassa il rischio che è la terapia antiaggregante che va fatta scrupolosamente per tutta la vita.

Dott. Edoardo Gentile
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurologia
TORINO (TO)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa