Orecchio, vertigini e ansia

01 gennaio 2007

Orecchio, vertigini e ansia




28 dicembre 2006

Orecchio, vertigini e ansia

Gentile Dottore, posto qui la domanda perchè non ho trovato nella lista specializzati in OTL e similia. Da alcuni mesi soffro d’ansia (il problema si era già presentato in passato, soprattutto attraverso somatizzazioni in vari organi) e mi sono rivolto a un neurologo e un otorino poichè questa volta avverto vertigini e una sensazione di "chiusura" dell’orecchio (che è ciò che più mi spaventa: sostanzialmente in alcuni momenti mentre parlo sembra che la mandibola o qualcosa d’altro cozzi contro l’orecchia dandomi una sensazione di "rumore" della mia voce, nulla accade invece con i suoni che arrivano dall’esterno; l’otorino che mi ha visitato dice che al timpano non c’è nulla, ma causa la mia ipocondria, temo che tale disturbo possa essere un tumore al cervello che schiaccia l’orecchio e mi crea le vertigini!). Dopo la visita, non avendo trovato nulla di rilevante mi viene dato come responso dai due specialisti ansia somatizzata. Può essere davvero questa la causa? Le vertigini e sopratutto questa "chiusura"/"suono metallico" nell'orecchio destro può essere dovuta alle tensione o può essere dovuto ad altro (di grave o meno grave, come il fatto che stanno iniziando a spuntarmi i denti del giudizio, che finora sono inclusi e solo delle puntine sono uscite)?

Risposta del 01 gennaio 2007

Risposta a cura di:
Dott. EDOARDO BERNKOPF


Gentile Paziente, poiché credo abbia già effettuato gli abituali accertamenti del caso, le consiglio di considerare anche un'ipotesi solitamente trascurata: può essere utile considerare l'oporttunità di rimuovere l'eventuale conflitto tra condilo mandibolare e l'orecchio, che mi sembra corrisponda bene alla sua descrizione di ciò che sente. Inoltre il condilo mandibolare può interferire anche con il funzionamento della tuba (quel tubicino che mette in comunicazione l'orecchio medio con il retrobocca), il che può sostenere il seso di "chiusura" di cui lei parla. Inoltre una dispfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) spesso si accompagna ad una sintomatologia vertiginaosa. Per tutto ciò le consiglio di consultare anche un dentista che si occupi abitualmente di problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM). Cordiali saluti ed auguri Edoardo Bernkopf, Vicenza- Rarma-Roma edber@studiober. Com www. Stiudiober. Com

Dott. Edoardo Bernkopf
Specialista attività privata
Specialista in Odontoiatria
VICENZA (VI)

Ultime risposte di Malattie infettive




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa