Parestesia ischemia formicolio

22 giugno 2006

Parestesia ischemia formicolio


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


19 giugno 2006

Parestesia ischemia formicolio

Il 7 giugno c. a. sono stat colto da vertigini e formicolio alll'art superiore ed inferiore destro. Il 14 sono stato dimesso. La prognosi è stata di una parestesia dovuta ad una leggera ischemia che pero' non ha lasciato tracce rilevanti. Ora sto meglio, ma il formicolio alla gamba ed al braccio destro sono ancora presenti e mi manca la sensibilità tattile. La terapia consigliatami è Triatec 5 mg che gia assumevo Cardioaspirina ed un farmaco protettivo. E' normale il perdurare del formicolio e cosa posso fare per accelerare la sua scomparsa ? Grazie, distinti saluti. Lecce, 19 Giugno 2006 n. B.

Risposta del 22 giugno 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Se vi è un disturbo della sensibilità sarà necessario approfondire le indagini anche a livello midollare.

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Il sapore della felicità. Di Luca Pani
31 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Il sapore della felicità. Di Luca Pani
Chi siamo e da dove veniamo?
25 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Chi siamo e da dove veniamo?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa