Reflusso gastroesofageo?

26 maggio 2017

Reflusso gastroesofageo?




25 maggio 2017

Reflusso gastroesofageo?

Buonasera. Esito gastroscopia per via nasale fino al duodeno: Premetto che non ho alcun sintomo tipico della gastrite (bruciori, rigurgiti. . . . )solo tosse secca persistente. Esofago con linea Z a 50 cm dall'AD; Micropolipo di tipo cistico sul versante gastrico distalmente alla linea Z. Stomaco con mucosa antrale modestamente iperemica. Ipotonia cardiale. La domanda è: E' un semplice reflusso gastoesofageo da curare con inibitori di pompa protonica (anche con antiacidi?) o è una gastrite cronica del tipo ereditario? Il polipo può evolversi e moltiplicarsi? Ogni quanto va fatto un controllo gastroscopico? Ringrazio per l'attenzione Cordiali saluti

Risposta del 26 maggio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sì, è probabile che si tratti di una tosse correlata al reflusso. In questi casi i semplici prodotti antiacidi non sono sufficienti, bisogna ricorrere a dosi doppie di IPP per oltre due mesi. Quindi glieli deve prescrivere il suo medico. Il micropolipo cistico non è pericoloso. A quanto pare, non è stato nemmeno biopsiato per l' esame istologico, perché non ritenuto necessario.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube