Significativa ernia iatale da scivolamento e reflusso

12 giugno 2020

Significativa ernia iatale da scivolamento e reflusso




07 giugno 2020

Significativa ernia iatale da scivolamento e reflusso

Sono un uomo di 27 anni. Alto 1. 75 e peso 57. 5 ad oggi. Da agosto scorso ho nodo in gola, facile pesantezza e acidità (con occasionale nausea) dopo i pasti. A dicembre faccio una gastroscopia da cui emerge una "significativa ernia iatale da scivolamento". Ho fatto due cicli farmacologici da un mese a testa (uno a novembre con pantoprazolo da 40, uno a gennaio con lucen 20 due volte al giorno). Da febbraio seguo una dieta fatta da un nutrizionista proprio per l'ernia e i sintomi da reflusso (mangiando poco e spesso e mangiando solo quello datomi da lei). Ad oggi ho ancora problemi tutti i giorni: nodo in gola, facile pesantezza e leggera acidità dopo i pasti. I sintomi sono lievi ma quotidiani. Se mangio qualcosa di diverso dalla dieta diventano subito più intensi e forti. Infine, ho perso peso gradualmente (sono passato dai 64 kg di agosto ai 57. 5 di oggi). Cosa posso fare oltre quello già fatto? Altri esami di approfondimento oltre la gastroscopia? E l'intervento? Mi è stato detto essere l'unica soluzione definitiva ma che si fa solo a certe condizioni. È una soluzione da prendere in considerazione? Cosi non va, sta diventando frustrante col tempo a stare tutti i giorni con questi fastidi. Cosa posso fare ?

Risposta del 12 giugno 2020

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Lei è molto giovane. E' probabile che nel corso degli anni sarà costretto a ricorrere a uno degli interventi chirurgici o endoscopici risolutivi ( ma non sempre risolutivi ). Però, prima, si curano i disturbi dovuti al reflusso in maniera corretta e continuativa, non un po' sì e un po' no, con farmaci diversi e per periodi insufficienti.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube