Sospiri continui in bambino

19 dicembre 2019

Sospiri continui in bambino




10 dicembre 2019

Sospiri continui in bambino

Buongiorno, sono la mamma di un bambino di 6 anni che quest' anno ha iniziato a frequentare la prima elementare. La scuola gli piace e anche fare i compiti non ci sono problemi. Dal mese di ottobre ha iniziato a fare sospiri mentre respira, quasi che l' aria respirata normalmente non gli fosse sufficiente. Inizialmente lo faceva ogni tanto, ora lo fa continuamente, dal mattino quando si sveglia alla sera quando va a dormire. Lo abbiamo fatto vedere alla pediatra, che da subito, ancora prima di visitarlo ha detto che era un problema di ansia. Lo ha visitato ( non accuratamente, gli ha solo auscultato i bronchi e provato l' ossigenazione dal dito) ed ha detto che per lei era tutto a posto. Ci ha prescritto uno spray "emergency" da dare ogni 5 minuti, e cosi , parole della pediatra, "lo domiamo come un agnellino. " Noi lo spray non lo abbiamo dato perchè secondo noi bisogna capire la causa e non tamponare, e poi il bambino non ha bisogno di essere domato. Verso fine novembre al rientro da scuola, un giorno, è scoppiato a piangere ed è saltato fuori che a scuola lo prendevano in giro perchè piccolino di statura. Dopo aver parlato con le insegnanti i bambini che lo prendevano in giro ora non lo fanno più. Questo già da qualche settimana. Il problema del suo respiro però non è risolto. Lui continua a respirare in quel modo tutto il giorno. Immagino che probabilmente ci vorrà del tempo però mi chiedo: era veramente quello il problema? e se invece ci fosse qualche problema fisico che alla pediatra è sfuggito? E' possibile questo? Lui è un bambino tranquillo l' ultimo di 4 figli. Chiacchierone e solare e non ha mai avuto problemi di amicizia. Cosa mi consiglia di fare? Aspettare ed attendere che il problema passi da solo (ammesso che passi) o fare qualche visita specialistica? E se mi consiglia qualche visita quale mi consiglia?Ringrazio per l' attenzione ed attendo risposta

Risposta del 19 dicembre 2019

Risposta a cura di:
Dott. RICCARDO MAGGI


Se è un "problema di ansia" (esiste la cosiddetta "dispnea sospirosa" degli ansiosi) ed è plausibile visti i possibili episodi di bullismo. Perchè non intervenire sulle cause? Contrastare il fenomeno del bullismo in primis e aiutarlo con un qualche colloquio con uno psicologo che sappia trattare i bambini. Se invece si tratta di asma il discorso è diverso anche se l'asma in caso di stress può aggravarsi. . .

Dott. Riccardo Maggi
Odontoiatra
Roma (RM)

Ultime risposte di Infanzia

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube