Stati di  ansia

20 febbraio 2006

Stati di ansia




17 febbraio 2006

Stati di ansia

LE CHIEDO UN CONSIGLIO PER QUNTO RIGUARDA MIO MARITO NON SO SE RIVOLGERMI A QUALCHE MEDICO SPECIFICO O SE QUELLO CHE PROVA IN QUESTO PERIODO MIO MARITO POSSA ESSERE UNA MALATTIA. LE FACCIO ALCUNI ESEMPI: SIAMO ANDATI IN VACANZA E ALLA STAZIONE MI E'STATO CHIESTO DI RISPONDERE AD UN GIUDIZIO SULLE FERROVIE, DOVE IO NON HO FIRMATO NIENTE. LUI PER TUTTO MIL VIAGGIO MI HA CONTINUATO A RIPETERE SE AVEVO FIRMATO QUALCOSA E NOSTANTE IO CONTINUASSI A RIPETERE DI NO LUI RIPRENDEREA IL DISCORSO E RIPETENDOMI SEMPRE LA STESSA COSA. ANCHE SUL LAVORO QUANDO LUI INTERVIENA SU UNA RIPARAZIONE RITORNA SULLO STESSO INTERVENTO PER CONTROLLARE SE E' STATO FATTO GIUSTO PIU' DI UNA VOLTA, ADESSO IL SUO ASSILLARMI E SULLA SESSUALITA' HA PAURA CHE UN SUO GESTO NEI CONFRONTI DI MIA FIGLIA O FILGLIO CHE HANNO 10 E 5 ANNI POSSA ESSERE INTERPRETATO COME UN GESTO DI MORBOSITA' E ALLORA COMINCIA AD OSSESSIONARMI E RIPETENDO CHE LUI NON SI COMPORTEREBBE' MAI COSI'. IO GLI HO CONSIGLIATO DI ANDARE A PARLARE ANCHE CON UN MEDICO MA HA PAURA CHE QUESTE SUE PARANOIE POSSANO ESSERE MAL INTERPRETATE, CIOE' SI FA DELLE PARANOIE SU COSE CHE LA GENTE POTREBBE PENSARE DI LUI. LA RINGRAZIO SE POTESSE DARVI QUALCHE SUGGERIMENTO.

Risposta del 20 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa CRISTIANA CECCHI


Non è certo possibile fare una diagnosi attraverso poche informazioni e soprattutto senza un adeguato colloquio. Avere questi tipi di pensieri, che dalla descrizione sembrerebbero essere ossessioni, è molto più frequente di quanto suo marito possa credere. Chi di noi non ha mai provato, magari durante un periodo di particolare stress, la paura di non aver fatto bene il proprio lavoro e la necessità di controllarlo più volte o il timore che un nostro gesto sia mal interpretato dagli altri? Sono pensieri che chiunque può avere ma quando queste ossessioni creano disagio, fanno star male e sono particolarmente frequenti c’è bisogno molto probabilmente di un aiuto farmacologico e/o di una psicoterapia. Vi consiglio di rivolgervi ad uno psichiatra in modo da avere una diagnosi ben precisa e l’indicazione terapeutica più adeguata per suo marito.

Cordiali saluti

Dott. Ssa Cristiana Cecchi
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
FIRENZE (FI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube