Teratozoospermia - valutazione spermiogramma

15 marzo 2017

Teratozoospermia - valutazione spermiogramma




14 marzo 2017

Teratozoospermia - valutazione spermiogramma

Gentile Dottore, ho effettuato qualche giorno fa uno spermiogramma con i seguenti risultati: Periodo di astinenza: 3 Giorni Tempo di liquefazione: 30 Viscosità: Normale Aspetto: grigio opal. Odore: Tipico M. A. R. Test: Negativo % IgG: 7 Volume: 3 ml Concentrazione: 43 Mio. /ml Conta totale: 129 Mio. pH: 8. 1 MOTILITA Progressiva: (WHO AB) 34 % Irregolare: (WHO C) 15 % Immobili: (WHO D) 51 % Motilità totale: (WHO ABC) 49 % TMC: 43. 86 MORFOLOGIA Forme normali: 2 % Difetti testa: 98 % Difetti tratto interm. : 20 % Difetti coda: 8 % Diagnosi corrente: Teratozoospermia Ci è stato detto che le chance di avere una gravidanza sono piuttosto ridotte (cirda della metà) rispetto ad una coppia con spermiogramma nomale. Ci è stato consigliato di continuare a provare natauralmente prima di valutare l'ipotesi di fecondazione assistita che resta comunque l'alternativa più consigliata. Lo spermiogramma è stato valutato anche dal ginecologo di mia moglie, il quale asserisce di non vedere grandi problemi con questi risultati tenendo anche conto dell'età di mia moglie (32 anni) e del fatto che i suoi valori ormonali ed indagini ecografiche sono tutte molto buone. Entrambe le strutture ci hanno comunque consigliato un ulteriore spermiogramma completo ed una visita andrologica. Siamo piuttosto confusi in merito alla reale situazione se consideriamo le due opinioni piuttosto differenti "metà delle normali possibilità" e "ci sono delle difficoltà ma non è così grave". Inoltre, entrame le strutture si occupano di procreazione assistita, quindi il nostro dubbio è anche capire se non ci sia anche un interesse a voler vedere il bicchiere mezzo vuoto per accaparrarsi clienti. Posso chiedere una sua valutazione in merito e quali sono a suo avviso le possibilità/consigli (qualora ve ne fossero) per poter migliorare la situazione? Grazie

Risposta del 15 marzo 2017

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA MILITELLO


Salve, le devo rispondere con la crudezza dei numeri. Il 2% delle forme normali purtroppo ci fa uscire dal 5° percentile, e quindi in maniera molto fredda e sistaccata devo consigliarle di avvicinarvi alla PMA

Ma sono sempre e solo due cellule che devono incontrasi, non arrendiamoci

Dott. Andrea Militello
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Specialista in Andrologia
Roma (RM)

Ultime risposte di Salute maschile

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube