Tonsille

24 marzo 2006

Tonsille




21 marzo 2006

Tonsille

salve!!!ho 17anni e scrivo per un problema inerente alle tonsille:3mesi fa mi si è infiammata una tonsilla con placca, niente febbre, e in più mi era ventuta una specie di 'macchia' sulla lingua. . . . Il medico di base mi disse che dipendeva dall'intestino(infatti prima del ciclo il mio intestino è sempre un pò sottosopra)e non mi prescrisse nessun antibiotico, ma solo di fare sciacqui con acqua e sale e prendere fermenti lattici. . . Il tutto mi è passato in 4-5giorni! il mese dopo ancora stesso problema tonsilla infiammata sneza febbre(questa volta però la tonsilla detsra), stessa 'cura' e stessa guarigione in pochi giorni. però la ghiandolina sotto la tonsilla destra è rimasta lievemente ingrossata, senza causarmi fastidio. . Puntualmente anche questo mese mi si è infiammata un pochino la tonsilla, il dolore mi è passato in 2giorni, ma la tonsilla è leggermente più grossa dell'altra. . . Volevo sapere se le tonsille che si infiammano ogni mese alternativamente sono causate come dice il mio medico dall'intestino che si 'sfoga', dagli ormoni sballati(visto che mi succede prima del ciclo), dai denti del giudizio che mi stanno spuntando(e che quindi potrebbero spingere e irritare la zona) o da altri fattori. . . . Mi sembra strano che possa essere tonsillite cronica perchè non ho i tipici sintomi e non ho una tonsillite vera e propria da quando ero piccolina!non so davvero cosa possa essere, ho anche sentito che spesso le tonsille infiammate sono spia di problemi ai linfonodi. . . Spero in una risposta, grazie

Risposta del 24 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Come ogni cosa che succede nel nostro organismo, va sempre ben analizzata e trovata la causa, la concomitanza mestruazioni-intestino-tonsille-placca sulla lingua, indica che il sistema immunitario non funziona molto bene ed ha problemi, che vanno analizzati attentamente. Così in lontananza è molto difficile, perchè bisogna avere strumenti adatti in studio che velocizzano la diagnosi ed indicano gli esami necessari restringendoli a quelli necessari.
Inoltre va analizzato attentamente anche HPA, Hypothalamic Pituitary Adrenal axis nelle sue funzioni, la PNEI, psiconeuroendocrinoimmunologia, con strumenti idonei. Il tutto conduce ad una terapia che se attuata inizialmente, può evitare semplicemente e preventivamente patologie future.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 24 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. AMERIGO PELIZZOLA


Le tonsille sono formate da tessuto linfatico che ha una particolare funzione nei meccanismi di protezione dalle infezioni del cavo orale e dai germi e virus che transitano nel cavo orale durante la RESPIRAZIONE, è pertanto normale che si infiammino in occasione di fatti infettivi acuti e cronici, quallo che si deve valutare è il fatto se dopo un processo infiammatorio guarito le tonsille tornano al loro normale stato o se restano cronicamente ammalate, fonte quindi di possibili ulteriori complicazioni ( il processo che parte da una tonsillite acuta "banale " può portare al passaggio nel sangue dei germi e quindi al cosiddetto "reumatismo " fino all'instaurarsi di una malattia più grave che è il vizio valvolare quando i germi si impiantano su una valvola cardiaca dando luogo ad una vera e propria cardiopatia ). A questo scopo sarà necessario valutare i comuni test reumatici con un esame del sangue, un tampone tonsillare per conoscere il o i germi eventualmente responsabili ed una visita presso uno spceialista otorinolaringoiatra che deciderà se è il caso di trattare con terapia medica o chirurgica le tonsille.

Dott. Amerigo Pelizzola
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione
MILANO (MI)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube