Troppi psicofarmaci tra gli adolescenti

24 giugno 2009
News

Troppi psicofarmaci tra gli adolescenti


Un'indagine europea ha evidenziato un fenomeno giovanile di consumo di psicofarmaci senza avere la prescrizione medica. Peraltro l'indagine ESPAD (European School Project on Alcohol and Other Drugs) colloca l'Italia al quarto posto tra i 35 Paesi europei per consumo di tranquillanti e sedativi tra ragazzi di 15-16 anni. Lo studio è stato condotto in Italia dai ricercatori dell'Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (IFC-CNR) di Pisa, su un campione di circa 10 mila studenti. In media, negli otto Paesi, primi per consumo, il numero di ragazze che dichiara di assumere queste sostanze senza prescrizione medica è superiore a quello dei maschi (8% vs. 5%), e in Italia la percentuale femminile e doppia rispetto a quella maschile (13% vs. 7%). La tendenza generale registrata in Italia è in aumento rispetto alla precedente indagine del 2003, e sta tornando al livello massimo registrato a metà anni '90: 11% nel 1995, 7% nel 1999, 6% nel 2003 e 10% nel 2007. Si registra, inoltre, il consumo di alcol in associazione all'assunzione di farmaci per aumentarne l'effetto. (S.Z.)

Adnkronos salute * 27 marzo 2009




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube