Pesce, alghe e frutta coltivata vicino alla costa proteggono la tiroide

19 agosto 2013
News

Pesce, alghe e frutta coltivata vicino alla costa proteggono la tiroide


tiroide

Frutti di mare, crostacei, pesce in generale, persino le alghe. Ma anche frutta e verdura coltivate in prossimità delle coste, aiutano la tiroide. Grazie allo iodio. È una delle indicazioni uscite dall'incontro "Ambiente e tiroide, il mare, lo iodio, le radiazioni", promosso qualche tempo fa dall'Università cattolica di Roma. Dove, fra le altre cose è stata sfatata quella che è stata definita una leggenda metropolitana: respirare l'aria di mare fa bene alla tiroide. "Le quantità di iodio che possono essere inalate sono meno che omeopatiche", hanno sostenuto gli endocrinologi promotori dell'incontro, "Il cibo, dal pesce fresco ai prodotti locali coltivati su terreni costieri ricchi di iodio, invece ne è ricco". Spazio quindi ai prodotti alimentari che "sanno" di mare per far fronte alle malattie della tiroide, gozzo, noduli e neoplasie, in aumento in Italia. Oggi ne soffrono sei milioni di persone e in alcune aree del Paese, non a caso quelle più distanti dal mare, si sfiora il 40 per cento di diagnosi.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube