Un test della saliva per monitorare i bambini obesi a rischio di fegato grasso

10 dicembre 2013
News

Un test della saliva per monitorare i bambini obesi a rischio di "fegato grasso"


test della saliva; fegato grasso

Con un semplice kit che consenta un altrettanto semplice test della saliva sarà possibile individuare quali bambini, tra quelli sovrappeso o obesi, possono essere a rischio di steatosi epatica, il cosiddetto "fegato grasso", una patologia che colpisce il 38 per cento dei bambini obesi e che ne conduce un quarto al tumore.

Il sistema è stato ideato dall'Ospedale Bambin Gesù di Roma, che ha già incaricato un'azienda di realizzarlo in modo che sia utilizzabile per effettuare degli screening nelle scuole.

Il "fegato grasso" è una patologia che, se trascurata, può degenerare in steatoepatite non alcolica e da una ricerca di Valerio Nobili, responsabile dell'Unità di Malattie epatico-metaboliche dell'Ospedale, è emerso che, oltre all'alimentazione scorretta, alcuni fattori genetici sono alla base di questo rischio.

Un risultato che ha portato all'idea, appunto, di realizzare il primo kit genetico in grado di identificare contemporaneamente le mutazioni presenti in quattro geni che sono fondamentali per lo sviluppo e la progressione della malattia nei bambini.
Grazie a questo prodotto sarà possibile monitorare la diffusione della malattia, ma, soprattutto, orientare le scelte terapeutiche.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube