Stringere la mano in ospedale a medici e infermieri è pericoloso

03 luglio 2014
News

Stringere la mano in ospedale a medici e infermieri è pericoloso


medico paziente stretta mano

Non stringere più la mano al medico e all'infermiere in ospedale: questa l'unica soluzione per frenare il rischio di contrarre infezioni. Lo raccomanda un articolo del Journal of medical association: i tassi di lavaggio delle mani tra medici e infermieri si aggirano intorno al 40 per cento e questo significa che gli operatori sanitari hanno sulle mani germi dei tipi più diversi, per questo stringere loro la mano nelle sale d'attesa, mense, stanze di degenza non è una buona idea.

L'articolo spiega poi che lavarsi le mani per pochi secondi è un tempo del tutto insufficiente a uccidere i germi che si annidano tra le pieghe che separano le dita.
«Il rischio infettivo - spiega l'articolo - della stretta di mano è descritto nella letteratura medica dal ventesimo secolo, e ha aperto la strada a molte campagne di igiene delle mani negli ospedali di tutto il mondo».
Per esempio è ormai dimostrato scientificamente che il Clostridium difficile, causa comune di diarrea in ambito sanitario, può essere trasmesso con la stretta di mano.
La soluzione? Fare di cliniche, ospedali e ambulatori odontoiatrici zone franche dove bandire la stretta di mano.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube