Dolore alla masticazione? Può essere un granuloma

03 novembre 2018

News

Dolore alla masticazione? Può essere un granuloma


Con il termine granuloma spesso si connota una lesione all'osso che sostiene il dente in prossimità dell'apice di quest'ultimo; il dentista avvisa il paziente della situazione descrivendolo o mostrando una radiografia. Il granuloma è una reazione difensiva operata dall'organismo contro un'infezione batterica che si annida all'interno dei canali radicolari dentali.

Sintomi del granuloma


Il granuloma può essere silente, ovvero non dare nessun tipo di sintomatologia, oppure dare dei segni tipici: dolore alla masticazione, sensazione di gonfiore nella sede vicina all'apice del dente e, non di rado, una blanda dolenzia passando le dita in prossimità di un dente che fa male durante la masticazione. Tutti questi elementi devono essere però corroborati da un esame odontoiatrico approfondito e da un esame radiografico molto attento.

Curare il granuloma


La tecnologia odontoiatrica è oggi in grado di curare questo tipo di patologia attraverso una serie di interventi che vanno dal trattamento canalare semplice (quella che impropriamente viene definita devitalizzazione) al ritrattamento (rientro in un canale precedentemente trattato) o con un intervento chirurgico che miri ad asportare il granuloma direttamente, assieme a una piccola porzione del dente. La percentuale di riuscita di questi interventi è abbastanza elevata; si calcola che attraverso un intervento semplice o combinato si possano recuperare circa l'85-90% dei denti affetti da questa problematica. È altrettanto evidente che questa scelta sia di pertinenza dell'odontostomatologo e che la possibilità di eseguire la terapia in modo corretto non sia sempre possibile, non solo per le condizioni cliniche del dente ma anche per la posizione del dente nella bocca, per l'importanza che il dente riveste nel contesto del cavo orale. Per contro, una maggiore attenzione a questi fenomeni da parte dei pazienti debba essere espressa poiché, talvolta, alcune scelte semplicistiche possono portare alla perdita di denti altrimenti conservabili.


A cura di:
Professor Massimo Gagliani
Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche presso l'Università degli Studi di Milano


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube