Afte della bocca: cause e rimedi

15 novembre 2018

News

Afte della bocca: cause e rimedi


Si definiscono afte delle ulcerazioni, molto dolorose, delle mucose della bocca. Sono molto comuni nella superficie interna delle guance e delle labbra, hanno dimensioni variabili e la loro origine è ancora oggi oggetto di controversie. Molte sono le ipotesi che si sono fatte e non è questa la sede per discuterle; ci fosse una ragione certa, il rimedio si sarebbe già trovato. Purtroppo non è così e, come si dice in medicina, il rimedio è sintomatico, ovvero tende a lenire i fastidi e non cura, nell'essenza l'organismo.

Lenire il dolore da afte


Certo lenire il dolore è già elemento fondamentale per superare la prima fase e consentire successivamente all'organismo di riparare il danno: questo è, a oggi, il vero rimedio che possiamo offrire in questo genere di patologia. Di fatto, la grande opportunità che abbiamo è quella di avere dei rimedi, più o meno efficaci, che rendano la zona meno soggetta all'attacco batterico, e quindi meno dolorante, per far sì che la parte superficiale della mucosa, ovvero l'epitelio, si rigeneri sempre più in fretta per andare a coprire nuovamente la superficie della lesione nota con il termine di afta.

Rimedi per curare le afte


È un segno clinico saltuario in alcuni pazienti, magari associato all'assunzione di cibi piccanti, il che potrebbe far pensare a un meccanismo su base allergica. È un problema ricorrente in altri e qui si potrebbe pensare a una problematica di tipo auto-immune; non è un caso che si manifesti in periodi particolarmente "stressanti" e quindi in periodi in cui, per questo motivo, le difese immunitarie siano ridotte. Come detto i rimedi sono solo sintomatici, esistono dei prodotti validi che, facendo conto su particolari sistemi, fanno aderire sulla superficie dell'afta dei composti i cui principi attivi sono disinfettanti e rigeneranti l'epitelio. La loro efficacia è controversa, meglio, in alcuni casi funzionano a meraviglia in altri danno solo un po' di sollievo e la natura fa il resto. In ogni modo, usufruirne è scelta quasi obbligata e se anche la risoluzione è un po' dilatata nel tempo, almeno la diminuzione del dolore diviene un fatto rilevante e di sollievo per il paziente.


Professor Massimo Gagliani
Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche
presso l'Università degli Studi di Milano



Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube