Spermiogramma: esame sentinella per la salute dell’uomo

13 gennaio 2020

News

Spermiogramma: esame sentinella per la salute dell’uomo


L'esame del liquido seminale può essere utilizzato come marcatore biologico, per valutare non solo la fertilità, ma la salute in generale dell'uomo. Lo spermiogramma, oggi confinato nel contesto della salute riproduttiva, può essere dunque utilizzato per la prevenzione delle malattie dell'apparato riproduttivo e soprattutto come esame "sentinella", possibile marcatore di un corretto stile di vita e di una sana esposizione ambientale. Infatti, numerosi studi hanno dimestrato che vi è una correlazione diretta tra lo stato degli spermatozooi alcuni stili di vita scorretti e l'esposizione a sostanze tossiche.

Spermiogramma


Tra gli esami diagnostici fondamentali per l'andrologo, secondo il Ministero della Salute, c'è lo spermiogramma cioè l'esame del liquido seminale  che definisce le caratteristiche quantitative e qualitative degli spermatozoi e la potenzialità fecondante dell'uomo. Questo esame consente di valutare il volume, il pH, la concentrazione, la morfologia degli spermatozoi, la loro motilità, la viscosità; la presenza di leucociti, e di cellule spermatogenetiche, la presenza di infezioni in atto. Deve essere effettuato dopo 3-5 gg di astensione dai rapporti sessuali.

Anomalie degli spermatozoi se ci sono malattie


Secondo gli esperti, negli uomini con malattie endocrine, circolatorie, genitourinarie e della pelle, si osservano tassi di anomalie dello sperma significativamente più alti e con analisi anormali dello sperma si ha un'incidenza di cancro ai testicoli 20 volte maggiore. Associazioni simili sono state rilevate per il tumore del colon-retto, il melanoma e il cancro alla prostata. Vi è inoltre una correlazione diretta e dimostrata sulla qualità del liquido seminale e il consumo di fumo di sigaretta o di droghe leggere. In questi casi vi è infatti un aumento dello stato ossidativo, ovvero dell'inquinamento che avviene all'interno dell'organismo. Ad incidere negativamente sulla produzione di spermatozoi è anche il forte consumo di grassi e zuccheri. Infine il consumo cronico di alcool aumenta il rischio di riduzione degli ormoni sessuali maschili e conduce a un impoverimento della linea seminale. Per la salute riproduttiva maschile, i fattori di rischio, oltre al consumo di alcol e al fumo di sigaretta, sono il sovrappeso e la sedentarietà. Riduzione di testosterone e difetti dello sperma, osservate in numerosi studi scientifici, sono inoltre legate allo stress, al tempo di occupazione settimanale e alla postura sul posto di lavoro.

Prevenzione con un sano e corretto stile di vita

«Numerosi studi dimostrano quanto sia importante un sano e corretto stile di vita anche per la prevenzione della sindrome metabolica, cioè l'associazione di ipertensione, intolleranza al glucosio, dislipidemia, obesità, che a sua volta si collega strettamente al possibile sviluppo di numerose patologie, oncologiche e non. Comune denominatore sembra essere un abbassamento dei livelli circolanti di testosterone» ha spiegato Vincenzo Mirone, Presidente di Fondazione PRO, Professore Ordinario di Urologia e Direttore della Scuola di Specializzazione in Urologia | Università degli Studi di Napoli Federico II «Da ciò deriva una predisposizione allo sviluppo di malattie di grande interesse per il sesso maschile quali il deficit erettile, l'infertilità, l'iperplasia benigna della prostata ed il tumore della prostata».

Una campagna informativa

A gennaio 2020, parte la campagna di prevenzione per l'uomo dal titolo "Semi di salute", promossa dalla Fondazione PRO. Il progetto vedrà 220 eventi fino a giugno e sarà attivo in ogni regione italiana: in una unità mobile o con uno stand gli urologi distribuiranno materiale informativo su fertilità, sessualità/disfunzione erettile, spermiogramma, ipertrofia prostatica benigna e tumori urologici, insieme a visite gratuite ed altri esami di screening, per valutare lo stato di salute dell'adolescente, del ragazzo, dell'uomo e dell'anziano.

Fonti:
Aitken RJ et al; Oxidative stress and male reproductive health, Asian J Androl 2014 Jan-Feb;16(1):31-8. doi: 10.4103/1008-682X.122203

Minguez-Alarcon L, et al; Effects of bisphenol A on male and couple reproductive health: a review, Fertil Steril, 2016 Sep 15;106(4):864-70. doi: 10.1016/j.fertnstert.2016.07.1118. Epub 2016 Aug 4.

Veron GL, et al; Impact of age, clinical conditions, and lifestyle on routine semen parameters and spermkinematics; Fertil Steril, 2018 Jul 1;110(1):68-75.e4. doi: 10.1016/j.fertnstert.2018.03.016.



Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube