La dieta influisce rapidamente sulla motilità degli spermatozoi

21 agosto 2020
News

La dieta influisce rapidamente sulla motilità degli spermatozoi


Sembra che la motilità degli spermatozoi possa essere modificata dalla dieta e che questo avvenga rapidamente. «Vediamo che la dieta influenza la motilità degli spermatozoi e possiamo collegare i cambiamenti a molecole specifiche. Il nostro studio ha rivelato effetti rapidi che si notano dopo una o due settimane» afferma Anita Öst, della Linköping University in Svezia, autrice di uno studio pubblicato su PLOS Biology, che potrebbe in futuro contribuire allo sviluppo di nuovi metodi diagnostici per misurare la qualità degli spermatozoi.

Si sa che fattori ambientali e stile di vita possono danneggiare queste cellule e che l'obesità, e alcune patologie associate tra cui il diabete, sono forti fattori di rischio. Inoltre, fattori nutrizionali e metabolici condizionano la fertilità maschile. Alcune ricerche condotte nei topi hanno suggerito che piccoli frammenti di RNA, conosciuti come tsRNA e abbondanti negli spermatozoi dei mammiferi compreso l'uomo, giocano un ruolo nelle risposte metaboliche intergenerazionali paterne. È possibile che questi frammenti siano coinvolti nei fenomeni epigenetici nell'uomo.

Al fine di studiare l'impatto della dieta sugli tsRNA negli spermatozoi umani, Öst e colleghi hanno coinvolto 15 uomini sani tra i 20 e i 27 anni, i quali hanno seguito un regime dietetico personalizzato di due settimane. A una prima settimana di dieta sana, ne è seguita un'altra caratterizzata dall'aggiunta di un alto consumo di zucchero, pari a circa 3,5 litri di bevande gassate al giorno.

I risultati mostrano che la motilità degli spermatozoi, bassa all'inizio in un terzo dei partecipanti, si è stabilizzata su livelli più alti nel corso dello studio. «Questo ha importanti implicazioni cliniche. Ma non possiamo dire se è stato lo zucchero che ha causato l'effetto, poiché potrebbe essere un componente di base della dieta sana ad avere un effetto positivo sullo sperma» commenta Öst. Parallelamente si è osservato un aumento dei tsRNA, principalmente di origine mitocondriale, ma anche di un tipo nucleare specifico. Secondo gli autori, un'ulteriore valutazione dei due pathway con diversa compartimentazione cellulare (nucleare/mitocondriale) potrebbe aiutare a comprendere il declino globale della funzione dello sperma umano e allo stesso tempo fornire un meccanismo per le risposte metaboliche intergenerazionali rapide descritte negli animali.


Fonte: Doctor33

PLoS Biol. 2019. Doi: 10.1371/journal.pbio.3000559
https://doi.org/10.1371/journal.pbio.3000559





Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube