Il valore delle parole e del silenzio - Il commento di Luca Pani

03 ottobre 2020
News

Il valore delle parole e del silenzio - Il commento di Luca Pani


Su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere.

Sin dalla sua preposizione più citata e forse meno capita, il "Tractatus Logico-Philosophicus" di Ludwig Wittgenstein è stato dolorosamente chiaro e premonitore di quanto sarebbe successo nei circa cento anni successivi.

Dovrebbe essere rigorosamente vietato parlare (o scrivere) senza stringenti regole logiche. Non ha senso ed è poco dignitoso, sino a divenire immorale. Non tutto ciò che può essere detto deve essere dunque detto. Questo tessuto razionale ci dovrebbe impedire di disquisire di Etica, di Estetica (che secondo alcuni - compreso il sottoscritto - sono la stessa cosa) e persino di Logica ertamente di Logica del linguaggio, argomento affascinante, considerando quanto è servita a farci diventare quelli che siamo e quante parole diciamo, scriviamo, ascoltiamo e leggiamo ogni giorno.

Comprese queste.

Il valore delle parole e del silenzio deriva proprio dal sentire la responsabilità di quello che si dice o si scrive, una responsabilità che sembra essere irrimediabilmente perduta ai giorni nostri.

Luca Pani

Prove di volo
Edizioni LSWR

Tags:


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa