Ansia e stress: un’utile integrazione da Withania, Biancospino, Vitamina B6 e Magnesio

14 maggio 2021
Aggiornamenti e focus

Ansia e stress: un’utile integrazione da Withania, Biancospino, Vitamina B6 e Magnesio


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

L'ansia è uno stato emotivo caratterizzato da nervosismo e da una spiacevole sensazione di malessere. Lo stress, invece, è accompagnato da un senso di fatica e mancanza di benessere sia sul piano psichico, sia sul piano fisico. In entrambi i casi è presente un ipertono del sistema nervoso simpatico, la parte del sistema nervoso che regola numerosi processi corporei, tra i quali la frequenza del battito cardiaco e la pressione arteriosa. Questo sistema funziona in modo autonomo, ovvero senza alcuno sforzo cosciente della persona. Nel lungo periodo, una continua attivazione del sistema nervoso simpatico può provocare importanti disturbi sia a livello psicologico, sia a livello cardiovascolare.

Per ridurre lo stato d'ansia e lo stress si può rivelare utile un integratore nutrizionale a base di vitamina B6, magnesio ed estratti vegetali di Withania somnifera e di Crataegus monogyna (biancospino).

Cos’è l’ansia e perché si presenta


L'ansia è un disturbo caratterizzato da sentimenti di paura e apprensione, si accompagna spesso a modificazioni fisiche e a comportamenti simili a quelli causati dalla paura. L'ansia può presentarsi a causa di una minaccia, persistere dopo uno scampato pericolo o si può presentare in assenza di una chiara minaccia. Un certo grado di ansia è normale in alcune situazioni, perché serve da stimolo per adattarsi e contribuisce a rendere le persone adeguatamente prudenti nelle situazioni potenzialmente pericolose.

Tuttavia, superato un certo livello, l'ansia causa disturbi e angoscia eccessiva: in questo caso risulta disadattativa, cioè impedisce di adeguarsi a situazioni difficili e viene considerata una malattia. Si pensi per esempio agli attacchi di panico, quando l'ansia si presenta all'improvviso in modo drammatico.

I disturbi d'ansia sono molto frequenti e sono più diffusi di ogni altro tipo di disturbo psichiatrico, ma spesso non vengono riconosciuti e di conseguenza non vengono trattati. Il mancato trattamento dell'ansia può contribuire allo sviluppo di ulteriori problemi di salute fisici e psichici. L'ansia porta molto spesso con sé una flessione del tono dell'umore, accompagnata da stato di tristezza, abbattimento, perdita di speranza e infelicità, fino alla depressione.

L'ansia genera anche disturbi del sonno, come un ritardo nell'addormentamento, la tendenza a svegliarsi facilmente nel corso della notte o il risveglio precoce al mattino. Infine, è anche fortemente associata alle malattie cardiovascolari.

Stress, ansia e depressione sono correlati


Ansia, stress e depressione sono strettamente associati e accomunati dall'ipertono del sistema nervoso simpatico, responsabile dell'insorgenza di una serie di segni e sintomi caratteristici. Tra questi sintomi, l'innalzamento della pressione arteriosa, l'incremento della frequenza del battito cardiaco e i disturbi del sonno. Anche la flessione del tono dell'umore, sino alla depressione, si può manifestare in questi casi: infatti, i farmaci maggiormente utilizzati per il trattamento di questi stati di sofferenza agiscono contemporaneamente su ansia e depressione.

Stress, ansia e malattie cardiovascolari

Le condizioni di ansia e stress cronici rappresentano un importante rischio per l'insorgenza delle malattie cardiovascolari e per l'incremento della mortalità. L'ansia e lo stress comportano, infatti, iperattività cardiovascolare che si traduce in variazioni di frequenza del battito, di pressione e conseguentemente di consumo di ossigeno e ciò indipendentemente dalla volontà e dai comportamenti dell'individuo. Infatti, tra le numerose conseguenze dell'attivazione del sistema nervoso ortosimpatico vi è la riduzione del calibro dei vasi sanguigni e quindi l'incremento della pressione sanguigna e l'incremento della frequenza del battito cardiaco. Situazioni di ansia o di stress psicologico particolarmente intensi, grazie al rilascio di elevate quantità di adrenalina e noradrenalina, possono provocare ischemia miocardica, compromettendo in modo drammatico la salute del cuore.

Withania somnifera e Crataegus monogyna utili per trattare l’ansia

Negli stati di ansia è possibile utilizzare integratori con azione tonico-adattogena, che favoriscono il benessere mentale e che siano in grado di ridurre lo stato ansioso.

La Withania somnifera (L.) Dunal, anche nota come Ashwagandha o ginseng indiano, ha effetto adattogeno, ovvero ha la capacità di mettere l'organismo nelle condizioni migliori per affrontare gli eventi stressanti. Inoltre, è dimostrato che favorisce il benessere psicologico, riduce l'ansia, migliora la qualità del sonno e il tono dell'umore.

Crataegus monogyna Jacq. (biancospino comune) è un membro della famiglia delle Rosaceae. Ha una blanda azione sedativa centrale e viene tradizionalmente impiegato nel trattamento dell'ansia e dei disturbi ad essa correlati, come le palpitazioni, l'aumento della frequenza del battito cardiaco e della pressione sanguigna e i disturbi del sonno. Ci sono molteplici evidenze della sua capacità di ridurre la pressione sanguigna e la frequenza del battito cardiaco nelle persone con disturbi cardiovascolari di origine nervosa.

L’azione della vitamina B6 e del magnesio sull’ansia

Anche l'integrazione di vitamina B6 combinata con il magnesio è utile per trattare l'ansia.

La vitamina B6 è cruciale per la sintesi dei neurotrasmettitori indispensabili per il controllo dell'ansia e dello stress e per il mantenimento del corretto tono dell'umore. È necessaria, infatti, per la sintesi del GABA, il più importante neurotrasmettitore ad azione sedativa presente nel cervello e nel midollo spinale, e per la sintesi della serotonina, neurotrasmettitore che ha un ruolo fondamentale nel mantenimento del giusto tono dell'umore.

Il magnesio è un minerale coinvolto in numerosi processi metabolici e per tal motivo gioca un ruolo fondamentale nella funzione fisiologica di tutti gli organi e sistemi, compreso il cervello, il sistema nervoso e il cuore. Per questo suo ruolo, l'integrazione alimentare per mezzo di magnesio ha dimostrato di essere utile nel trattamento, tra gli altri, di ansia, stress, depressione e malattia coronarica.

I risultati di alcuni studi mostrano come l'azione combinata di vitamina B6 e magnesio, sia più efficace nel ridurre lo stress rispetto al solo magnesio in soggetti adulti severamente stressati.

Bibliografia
  • Tully P J et al. The anxious heart in whose mind? A systematic review and meta-regression of factors associated with anxiety disorder diagnosis, treatment and morbidity risk in coronary heart disease. J. Psychosom. Res. 2014;77:439-448.
  • Reiner IC et al. The association of chronic anxiousness with cardiovascular disease and mortality in the community: results from the Gutenberg Health Study. Nature Sci Rep. 2020 Jul 24;10(1):12436.
  • Salve J et al. Adaptogenic and Anxiolytic Effects of Ashwagandha Root Extract in Healthy Adults: A Double- blind, Randomized, Placebo-controlled Clinical Study. Cureus. 2019;11(12): e6466.
  • Chandrasekhar K et al. A Prospective, Randomized Double-Blind, PlaceboControlled Study of Safety and Efficacy of a HighConcentration Full-Spectrum Extract of Ashwagandha Root in Reducing Stress and Anxiety in Adults. Indian J Psychol Med 2012;34:255-62.
  • Nazhand A et al. Hawthorn (Crataegus spp.): An Updated Overview on Its Beneficial Properties. Forests 2020, 11, 564.
  • Young LM et al. A Systematic Review and Meta-Analysis of B Vitamin Supplementation on Depressive Symptoms, Anxiety, and Stress: Effects on Healthy and 'At-Risk' Individuals. Nutrients 2019, 11, 2232.
  • Pouteau E et al. Superiority of magnesium and vitamin B6 over magnesium alone on severe stress in healthy adults with low magnesemia: A randomized, single-blind clinical trial. PLoS ONE. 2018;13(12):e0208454.

Tags:

In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Il diario giornaliero dell'umore, un aiuto per il paziente depresso
Mente e cervello
17 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Il diario giornaliero dell'umore, un aiuto per il paziente depresso
Covid-19, neomamme: aumentate le visite di salute mentale
Mente e cervello
16 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, neomamme: aumentate le visite di salute mentale
Alzheimer: le farmacie amiche delle persone con demenza
Mente e cervello
12 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer: le farmacie amiche delle persone con demenza