Giornata della felicità: sii consapevole, sii grato, sii gentile

20 marzo 2023
Aggiornamenti e focus

Giornata della felicità: sii consapevole, sii grato, sii gentile



Tags:
Viene celebrata il 20 marzo di ogni anno, a partire dal 2013, la Giornata Internazionale della Felicità. Una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 2012, con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della felicità come obiettivo universale dell'umanità. Il tema di quest'anno è 'Be Mindful, Be Grateful, Be Kind' cioè sii consapevole, sii grato, sii gentile.

Lo scopo della ricorrenza è quello di porre l'attenzione sulla rilevanza della felicità e del benessere come obiettivi e aspirazioni universali delle vite degli esseri umani di tutto il mondo e sull'importanza del loro riconoscimento negli obiettivi di politica pubblica. La Giornata riconosce anche la necessità di un approccio più inclusivo, equo e bilanciato alla crescita economica, volto a promuovere lo sviluppo sostenibile, l'eliminazione della povertà, la felicità e il benessere di tutti i popoli.

Dare un significato alla propria vita rende felici


Secondo l'ultima indagine Ipsos - condotta in 32 Paesi del mondo in occasione della Giornata internazionale della felicità 2023 - in media, quasi tre persone su quattro (73%) si dichiarano felici. In particolare, i più alti livelli di felicità si registrano soprattutto in Cina (91%), Arabia Saudita (86%) e Paesi Bassi (85%), al contrario, quelli più bassi in Polonia (58%), Corea del Sud (57%) e Ungheria (50%).

L'Italia non rientra tra i Paesi più felici al mondo, infatti, tra i 32 Paesi esaminati si colloca soltanto al 25° posto, nonostante ciò, è il 68% dell'opinione pubblica a dichiarare di essere felice. Ipsos ha misurato la relazione tra il livello di felicità generale dichiarato da tutti gli intervistati e il livello di soddisfazione per i 30 aspetti della vita. Ne è emerso che i primi cinque fattori di felicità sono, nell'ordine: sentire che la propria vita ha un significato, sentirsi in controllo della stessa, salute mentale e benessere, vita sociale e condizioni di vita.


La ricetta per la felicità


Ci sono molti fattori che possono influenzare il nostro stato d'animo, e tra questi anche la produzione di ormoni, che a sua volta si attiva a seguito di reazioni biochimiche indotte dal nostro cervello. Per aiutare il corpo a produrre gli ormoni della felicità è importante dormire a sufficienza, fare esercizio regolarmente ed essere socialmente attivi.

Anche coltivare la gratitudine aiuta ad essere più felici, oltre a combattere lo stress. Secondo le ricerche, la gratitudine è associata a una migliore sensazione generale di salute, alla tendenza a fare esercizio in maniera regolare e a mantenere un programma di cambiamento nutrizionale, a un minor numero di richiesta di consulti medici.

Serotonina, ormone della felicità

La serotonina è definita l'ormone della felicità: è una molecola che agisce come neurotrasmettitore (messaggero chimico) ed ormone ed è presente in molti tessuti tra cui il cervello, il tratto gastrointestinale, i polmoni, i reni e le piastrine. La serotonina svolge un ruolo chiave nella regolazione dell'umore al punto che quando i livelli sono alti nel cervello, sono associati a stati di benessere, felicità e soddisfazione, ma è coinvolta in molti processi fisiologici come la regolazione del sonno, dell'appetito e della temperatura corporea. Svolge un ruolo nella regolazione del comportamento sociale e dell'aggressività, aiutando il controllo degli impulsi, il processo decisionale e la cognizione sociale. Inoltre la serotonina modula anche la percezione del dolore e la risposta allo stress. La serotonina è ottenuta dal triptofano una precursore presente nelle uova, nel pesce, nella carne e nelle noci. Viene prodotta dalle cellule intestinali e si stima che circa il 90% della serotonina totale del corpo si trovi nell'intestino.



Chiara Romeo




Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Adolescenti: i social sono pericolosi?
Mente e cervello
03 giugno 2024
Notizie e aggiornamenti
Adolescenti: i social sono pericolosi?
Sindrome X fragile: chi vive una diagnosi deve sfidarla
Mente e cervello
30 maggio 2024
Notizie e aggiornamenti
Sindrome X fragile: chi vive una diagnosi deve sfidarla
Reading party mania: spegni il cellulare e leggi un libro in compagnia
Mente e cervello
22 maggio 2024
Notizie e aggiornamenti
Reading party mania: spegni il cellulare e leggi un libro in compagnia
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa