Atrocom

17 gennaio 2021

Atrocom


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Atrocom (estriolo)


Atrocom è un farmaco a base di estriolo, appartenente al gruppo terapeutico Estrogeni. E' commercializzato in Italia da Farmitalia Industria Chimico-Farmaceutica S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Atrocom disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Atrocom disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Atrocom e perchè si usa


Trattamento locale dei sintomi vaginali in donne in post-menopausa con carenza di estrogeni.

Indicazioni: come usare Atrocom, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Durante le prime 3 settimane di trattamento viene somministrato un ovulo ogni giorno. Successivamente si consiglia una dose di mantenimento di 1 ovulo due volte alla settimana.

Per l'inizio e la continuazione del trattamento dei sintomi della post-menopausa, deve essere usata la più bassa dose efficace per la durata minore possibile (vedi anche paragrafo 4.4).

Per i prodotti a base di estrogeni per uso vaginale di cui l'esposizione sistemica agli estrogeni è molto bassa, non è consigliabile aggiungere un progestinico (vedere anche il paragrafo 4.4).

Modo di somministrazione

L'ovulo deve essere introdotto profondamente nella vagina, preferibilmente la sera prima di andare a letto.

Dose dimenticata
  • Durante l'uso quotidiano nelle prime 3 settimane di trattamento:
    Se non ci si rende conto di una mancata somministrazione prima del giorno successivo, la somministrazione persa non deve essere sostituita. In questo caso si dovrebbe riprendere con il solito regime posologico.
  • Durante l'uso due volte alla settimana:
Se la somministrazione del medicinale è stata dimenticata alla data prevista durante il trattamento di mantenimento di 2 volte alla settimana, la dose persa deve essere somministrata il prima possibile.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Atrocom


  • Tumore della mammella diagnosticato, sospetto o passato
  • Tumore maligno estrogeno-dipendente diagnosticato o sospetto (ad esempio tumore dell'endometrio)
  • Sanguinamento genitale non diagnosticato
  • Iperplasia endometriale non trattata
  • Tromboembolismo venoso, in corso o passato (trombosi venosa profonda, embolia polmonare)
  • Disturbi trombofilici noti (come carenza di proteina C, proteina S o antitrombina vedere paragrafo 4.4)
  • Malattia tromboembolica arteriosa, in corso o recente (ad esempio angina, infarto miocardico)
  • Malattia epatica acuta o malattie epatiche pregresse, finché la funzione epatica non si è ancora normalizzata
  • Porfiria
  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno degli eccipienti

Atrocom può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Atrocom non è indicato durante la gravidanza.

In caso di gravidanza durante il trattamento con Atrocom, il trattamento deve essere sospeso immediatamente.

I risultati di diversi studi epidemiologici fino ad oggi rilevanti per l'esposizione fetale involontaria agli estrogeni non indicano effetti teratogeni o fetotossici. Tuttavia, non sono disponibili dati clinici sull'esposizione fetale a seguito della somministrazione vaginale di estriolo. Date le elevate concentrazioni di estriolo durante la gravidanza, qualsiasi esposizione fetale all'estriolo dovuta all'uso di ovuli a bassa dose deve essere considerata trascurabile.

Allattamento

Atrocom non è indicato durante l'allattamento. Tuttavia, è improbabile che dosi molto basse di estriolo, somministrate per via vaginale, interferiscano con l'allattamento.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa