Brumixol

01 aprile 2020

Brumixol




Brumixol è un farmaco a base di ciclopirox olamina, appartenente al gruppo terapeutico Antimicotici. E' commercializzato in Italia da Bruschettini S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Brumixol (ciclopirox olamina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Brumixol (ciclopirox olamina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Brumixol (ciclopirox olamina) e perchè si usa


Infezioni cutanee e vaginali da vari microrganismi quali: dermatofiti, lieviti, muffe, protozoi ed inoltre infezioni da batteri Gram positivi. Particolari indicazioni terapeutiche sono quindi le infezioni miste.



Come usare Brumixol (ciclopirox olamina): posologia, dosi e modo d'uso


Uso dermatologico:

Soluzione cutanea e crema dermatologica: Posologia giornaliera iniziale suggerita: due applicazioni giornaliere di pochi grammi o più di crema o di lozione in relazione all'area interessata. Nei casi gravi la dose andrà aumentata secondo il giudizio del medico. Detergere preventivamente le zone infette con garza sterile. Dopo l'applicazione della crema o della lozione massaggiare delicatamente. Nelle micosi delle unghie è opportuno il bendaggio occlusivo. Secondo il giudizio del medico, continuare l'applicazione ancora per qualche tempo dopo la guarigione clinica e la negativizzazione colturale. Durata media del trattamento: 3-settimane.

Uso vaginale:

Crema vaginale e ovuli: Secondo la gravità dell'infezione, a giudizio del medico, un'applicazione giornaliera per via intravaginale di g 5 di crema al 1%, servendosi dell'apposito applicatore-dosatore, oppure utilizzare un ovulo da mg 100, introducendolo profondamente in vagina, una volta al giorno, la sera prima di coricarsi.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Brumixol (ciclopirox olamina)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Brumixol (ciclopirox olamina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


I dati relativi alle donne in gravidanza sono limitati. Ad ogni modo essi indicano che ciclopiroxolamina non causa malformazioni o tossicità fetale/neonatale.

Gli studi sugli animali non mostrano una tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3).

L'uso di BRUMIXOL durante la gravidanza può essere considerato solo se necessario.



Quali sono gli effetti collaterali di Brumixol (ciclopirox olamina)


Alle dosi abituali BRUMIXOL per via topica (cutanea e vaginale) è ben tollerato, raramente possono verificarsi fenomeni quali prurito, bruciore o irritazione cutanea, che comunque risultano transitori.

L'uso di prodotti per uso topico, specie se protratto, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Nel caso si manifestino reazioni di ipersensibilità e qualora si sviluppino miceti non sensibili, occorre interrompere il trattamento ed istituire un'idonea terapia.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Vitamina D: un vademecum di AIFA
17 marzo 2020
Notizie e aggiornamenti
Vitamina D: un vademecum di AIFA
Antibiotico, sì o no?
16 gennaio 2020
Quiz e test della salute
Antibiotico, sì o no?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube