Doxorubicina Hikma

20 novembre 2019

Doxorubicina Hikma




Doxorubicina Hikma è un farmaco a base di Doxorubicina Cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Antineoplastici antibiotici citotossici. E' commercializzato in Italia da Hikma Italia S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Doxorubicina Hikma (Doxorubicina Cloridrato) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Doxorubicina Hikma per accedere alla scheda relativa e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Doxorubicina Hikma (Doxorubicina Cloridrato) e perchè si usa


Doxorubicina Hikma è indicato nelle seguenti condizioni neoplastiche; esempi comprendono:

  • Tumore polmonare a piccole cellule (SCLC)
  • Carcinoma mammario
  • Carcinoma ovarico ricorrente
  • Profilassi endovescicale delle ricorrenze del carcinoma superficiale della vescica successive a resezione transuretrale (TUR)
  • Trattamento sistemico del carcinoma della vescica localmente avanzato o metastatizzato
  • Terapia adiuvante e neoadiuvante dell'osteosarcoma
  • Sarcoma dei tessuti molli avanzato nell'adulto
  • Linfoma di Hodgkin
  • Linfoma Non-Hodgkin altamente maligno
  • Terapia di induzione e consolidamento nella leucemia linfatica acuta
  • Leucemia mieloblastica acuta
  • Mieloma multiplo avanzato
  • Carcinoma endometriale avanzato o ricorrente
  • Tumore di Wilms (nello stadio II nelle varianti altamente maligne, a tutti gli stadi avanzati [III - IV])
  • Carcinoma tiroideo papillare/follicolare avanzato o recidivante
  • Cancro tiroideo anaplastico
  • Neuroblastoma avanzato
La doxorubicina viene usata frequentemente nei regimi chemioterapici di associazione con altri medicinali citotossici.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Doxorubicina Hikma (Doxorubicina Cloridrato)


Ipersensibilità al principio attivo o ad altre antracicline o antracenedioni, o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati nel paragrafo 6.1.

Controindicazioni per la somministrazione endovenosa:

  • mielosoppressione persistente marcata e/o grave stomatite indotta da precedente trattamento citotossico e/o radiazioni (inclusi i pazienti ad alto rischio di emorragia),
  • infezione sistemica acuta,
  • grave compromissione della funzionalità epatica,
  • grave aritmia, funzionalità cardiaca compromessa, infarto miocardico acuto, pregresso infarto miocardico, cardiopatia infiammatoria acuta,
  • precedente trattamento con antracicline a dosi cumulative massime,
  • allattamento.
Controindicazioni per la somministrazione endovescicale:

  • tumori invasivi che hanno penetrato la vescica (oltre T1),
  • infezioni delle vie urinarie,
  • infiammazione della vescica
  • problemi con la cateterizzazione,
  • ematuria,
  • allattamento.


Doxorubicina Hikma (Doxorubicina Cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

La doxorubicina non deve essere somministrata durante la gravidanza. In generale, gli agenti citostatici possono essere somministrati in gravidanza solo su stretta indicazione e dopo aver valutato il beneficio per la madre rispetto ai possibili rischi per il feto. Negli studi sugli animali, la doxorubicina ha mostrato effetti embriotossici, fetotossici e teratogeni (vedere paragrafo 5.3).

Gli uomini e le donne non devono concepire un figlio durante il trattamento e nei 6 mesi successivi.

Allattamento

È stato riportato che la doxorubicina viene secreta nel latte materno umano. Non è possibile escludere rischi per il bambino allattato. Poichè l'uso di doxorubicina durante l'allattamento è controindicato, è opportuno interrompere l'allattamento durante il trattamento con doxorubicina (vedere paragrafo 4.3).



Doxorubicina Hikma (Doxorubicina Cloridrato) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a numeri di paragrafo non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli