Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Ultimo aggiornamento: 05 aprile 2017
Farmaci - Fenistil Gel

Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

GlaxoSmithKline Consumer Healthcare S.p.A.

MARCHIO

Fenistil Gel

CONFEZIONE

u. est. allo 0,1% gel 30 g

PRINCIPIO ATTIVO
dimetindene maleato

FORMA FARMACEUTICA
gel

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiallergici antistaminici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
48 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Trattamento sintomatico locale di dermatiti pruriginose, eritema solare, punture d'insetto.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.

Non utilizzare con bendaggio occlusivo.

Generalmente controindicato in gravidanza e durante l'allattamento .


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione; nel caso ciò si verifichi, occorre sospendere il trattamento e consultare il medico, al fine di istituire una terapia idonea.

Dopo breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili, consultare il medico.

Evitare l'applicazione del prodotto quando la cute presenta abrasioni molto estese, per evitare un assorbimento sistemico del prodotto; non applicarlo anche su zone di cute con vescicole, su piaghe vive, su superfici essudanti.

Evitare il contatto del preparato con gli occhi e la prolungata esposizione al sole delle zone trattate.

Popolazione pediatrica

Nei bambini al di sotto dei 2 anni, non usare il preparato senza consiglio medico.

Nei lattanti e nella prima infanzia, in particolare, dovrà essere evitato l'impiego del preparato su estese superfici cutanee, particolarmente su aree escoriate ed infiammate.

Informazioni sugli eccipienti

Fenistil gel contiene propilenglicole che può causare irritazione cutanea.

Fenistil gel contiene anche benzalconio cloruro che è irritante e può causare reazioni cutanee.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Non sono stati eseguiti studi di interazione; comunque l'assorbimento nell'organismo del principio attivo contenuto in Fenistil 0,1% gel, è molto basso e pertanto le interazioni sono molto improbabili.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Applicare il gel sulla parte interessata con lieve massaggio, per favorirne la penetrazione in profondità, 2-3 volte al giorno, a seconda della intensità del sintomo infiammatorio.

Non superare le dosi consigliate. Utilizzare solo per brevi periodi di tempo (non oltre i 5-7 giorni).


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Sintomi

Finora non è stato segnalato alcun caso di sovradosaggio con Fenistil gel.

Tuttavia, l'ingestione accidentale di considerevoli quantità di Fenistil gel può indurre alcuni sintomi caratteristici di sovradosaggio con antistaminici del tipo H1: depressione del SNC con sonnolenza (soprattutto negli adulti), stimolazione del SNC ed effetti anticolinergici (specialmente nei bambini), inclusi eccitamento, atassia, allucinazioni, spasmi tonico-clonici, midriasi, secchezza della bocca, vampate di calore al volto, ritenzione urinaria e febbre. Può comparire inoltre ipotensione.

Gestione

Non esiste un antidoto specifico in caso di sovradosaggio di antistaminici. Si devono attuare le usuali misure d'emergenza che comprendono in caso di ingestione: carbone attivo, lassativi salini e, se necessario, le usuali misure di supporto cardiorespiratorio. Non devono essere somministrati stimolanti; i farmaci vasopressori possono essere impiegati per trattare l'ipotensione.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Fenistil Gel u. est. allo 0,1% gel 30 g

Riassunto del profilo di sicurezza

Le reazioni avverse più comunemente segnalate durante il trattamento, sono reazioni cutanee lievi e transitorie al sito di applicazione.

Tabella delle reazioni avverse

Le reazioni avverse sono elencate di seguito, mediante la classificazione per sistemi, organi e frequenza. All'interno di ciascuna classe di frequenza, gli effetti indesiderati sono riportati in ordine decrescente di gravità. Le categorie di frequenza per ciascuna reazione avversa includono: molto comune (≥1/10); comune (≥1/100, <1/10); non comune (≥1/1.000, <1/100); raro (≥1/10.000, <1/1.000); molto raro (<1/10.000).

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Non comune: secchezza della cute, sensazione di bruciore alla cute.

Molto raro (sulla base delle segnalazioni post-marketing): dermatite allergica.

Reazioni allergiche cutanee (frequenza non nota).

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


CONSERVAZIONE



Conservare a temperatura inferiore a 25°C.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Asma infantile. Come affrontarla
Infanzia
20 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Asma infantile. Come affrontarla
Il soggiorno marino in spiagge tropicali
Malattie infettive
19 agosto 2018
Libri e pubblicazioni
Il soggiorno marino in spiagge tropicali
Morsi di zecca, come comportarsi
Malattie infettive
17 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Morsi di zecca, come comportarsi
L'esperto risponde