Xantrazol 20 mg 14 compresse gastroresistenti

Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2018
Farmaci - Xantrazol

Xantrazol 20 mg 14 compresse gastroresistenti




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Bayer S.p.A.

MARCHIO

Xantrazol

CONFEZIONE

20 mg 14 compresse gastroresistenti

ALTRE CONFEZIONI DI XANTRAZOL DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
omeprazolo

FORMA FARMACEUTICA
compressa gastroresistente

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiulcera

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Xantrazol 20 mg 14 compresse gastroresistenti

Posologia negli adulti
La dose consigliata è di 20 mg, una volta al giorno, per 14 giorni.
Potrebbe essere necessario assumere le compresse per 2-3 giorni consecutivi per avere un miglioramento dei sintomi.
La maggior parte dei pazienti ha una completa risoluzione della pirosi entro 7 giorni. Una volta che è stata raggiunta una completa risoluzione dei sintomi, il trattamento deve essere interrotto.
Popolazioni particolari
Compromissione della funzionalità renale
Nei pazienti con compromissione della funzionalità renale non è necessario un aggiustamento del dosaggio .
Compromissione della funzionalità epatica
I pazienti con compromissione della funzionalità epatica devono assumere Xantrazol sotto consiglio del medico .
Anziani (> 65 anni)
Nei pazienti anziani non è necessario un aggiustamento del dosaggio .
Modo di somministrazione
Si raccomanda di prendere le compresse di Xantrazol al mattino, preferibilmente a digiuno, ingerite intere con mezzo bicchiere d'acqua. Le compresse non devono essere masticate o frantumate.
Pazienti con difficoltà di deglutizione
Rompere la compressa e disperderla in un cucchiaio di acqua non gasata o, se si preferisce, mescolarla con succo di frutta o purea di mele. La dispersione deve essere ingerita immediatamente (o entro 30 minuti). La dispersione deve essere mescolata prima di berla. Risciacquare il fondo con mezzo bicchiere d'acqua. NON USARE latte o acqua gasata. I granuli gastroresistenti non devono essere masticati.



PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
L'esperto risponde