Idrochinidina Lirca

25 ottobre 2020

Idrochinidina Lirca



Idrochinidina Lirca: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Idrochinidina Lirca disponibili in commercio.


Idrochinidina Lirca è un farmaco a base di diidrochinidina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Antiaritmici. E' commercializzato in Italia da Teofarma


Confezioni e formulazioni di Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato) e perchè si usa


Extrasistolia sopraventricolare.

Extrasistolia ventricolare.

Fibrillazione e flutter atriali.

Mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione farmacologica o elettrica delle tachiaritmie atriali.

Profilassi delle tachiaritmie parossistiche sopraventricolari e delle tachicardie ventricolari.



Come usare Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato): posologia, dosi e modo d'uso


Il dosaggio medio è di 3-4 compresse al dì. Esso può essere aumentato secondo il parere del Medico curante, al quale bisogna rigorosamente conformarsi.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato)


Il farmaco è controindicato nelle seguenti condizioni:

  • ipersensibilità nota verso la chinidina;
  • disturbi dell'automatismo sinusale;
  • blocco atrioventricolare completo, se il paziente non è protetto da un "pacemaker";
  • QT lungo;
  • torsione di punta;
  • blocco di branca o gli altri disturbi della conduzione intraventricolare;
  • intossicazione digitalica;
  • insufficienza cardiaca non compensata;
  • infarto recente;
  • anamnesi di porpora trombocitopenica seguita a precedente somministrazione di chinidina;
  • miastenia;



Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


In assenza di studi clinici condotti in gravidanza o durante l'allattamento è sconsigliabile in queste condizioni.



Quali sono gli effetti collaterali di Idrochinidina Lirca (diidrochinidina cloridrato)


Sono possibili durante la terapia con chinidina effetti secondari dovuti ad iperdosaggio o, alle dosi terapeutiche, ad ipersensibilità individuale verso il prodotto.

Segni di cinconismo: cefalea, vertigini, ronzii auricolari, ipoacusie, turbe della visione (diplopia, fotofobia).

Segni cardiovascolari: allargamento del QRS, turbe della conduzione atrioventricolare, torsione di punta, extrasistoli ventricolari, ritmi idioventricolari (compresi la tachicardia e la fibrillazione ventricolare), arresto cardiaco, sincope, embolie arteriose, ipotensione.

Segni gastrointestinali: nausea, vomito, diarrea, dolori addominali.

Segni ematologici: anemia emolitica, porpora trombocitopenica, agranulocitosi.

Segni dermatologici: rush cutaneo accompagnato da prurito, fotosensibilizzazione.

Segni oculari: neuriti ottiche.

Altre manifestazioni d'ipersensibilità: angioedema, asma, collasso cardiocircolatorio.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa