Lenirit

26 ottobre 2020

Lenirit



Lenirit: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Lenirit disponibili in commercio.


Lenirit è un farmaco a base di idrocortisone acetato, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi. E' commercializzato in Italia da EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG


Confezioni e formulazioni di Lenirit (idrocortisone acetato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Lenirit (idrocortisone acetato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Lenirit (idrocortisone acetato) e perchè si usa


Punture d'insetti, pruriti, eritemi o ustioni circoscritte, eczemi.



Come usare Lenirit (idrocortisone acetato): posologia, dosi e modo d'uso


Frizionando leggermente, spalmare la crema sulla parte malata in strato sottile, due volte al giorno. Non superare le dosi consigliate.

LENIRIT non deve essere usato in bambini di età inferiore a due anni (vedere paragrafo 4.3).



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Lenirit (idrocortisone acetato)


Ipersensibilità nota al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Infezioni e malattie della pelle: tubercolosi, piodermiti, micosi, così come ulcere cutanee e ferite, tumori della pelle.

L'uso della crema è controindicato sulla pelle del viso, sull'area anogenitale, su grandi lesioni, malattie infettive (sifilide), malattie infettive virali (come herpes, varicella), dermatite periorale, acne, acne rosacea, reazioni cutanee dopo una vaccinazione, psoriasi pustolosa.

Lenirit non deve essere usato nei neonati e nei bambini al di sotto dei 2 anni di età.



Lenirit (idrocortisone acetato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


L'uso di Lenirit non è raccomandato durante la gravidanza e l'allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Lenirit (idrocortisone acetato)


L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di irritazione o di sensibilizzazione. In tal caso è necessario interrompere il trattamento e istituire una terapia idonea. 

Durante l'applicazione della crema possono manifestarsi acne, porpora indotta da steroidi, pelle secca, ipertricosi, ipopigmentazione della pelle, atrofia cutanea e strie, teleangectasia, dermatite periorale, follicolite, prurito. Il maggiore assorbimento dovuto all'uso di un bendaggio occlusivo, può provocare effetti sistemici quali edema, ipertensione e compromissione del sistema immunitario; può inoltre verificarsi soppressione dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene e sindrome di Cushing, in particolare nei pazienti pediatrici. L'uso prolungato di corticosteroidi nei bambini può causare disturbi della crescita e dello sviluppo (vedere paragrafo 4.4). 

In seguito all'applicazione topica nell'area delle palpebre possono occasionalmente manifestarsi glaucoma o cataratta (vedere paragrafo 4.4). 

L'incidenza delle reazioni avverse non è nota. 

Frequenza non comune: visione offuscata (vedere anche il paragrafo 4.4). 

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa