Peditrace

05 aprile 2020

Peditrace




Peditrace è un farmaco a base di zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro, appartenente al gruppo terapeutico Soluzioni endovena elettrolitiche. E' commercializzato in Italia da Fresenius Kabi Italia S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro) e perchè si usa


Peditrace viene indicato come supporto per garantire il fabbisogno basale di elementi traccia in neonati e bambini durante la nutrizione parenterale.



Come usare Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro): posologia, dosi e modo d'uso


Da non somministrare se non diluito.

Il fabbisogno basale di elementi traccia per neonati e bambini è assicurato mediante somministrazione di 1 ml di Peditrace per Kg di peso vivo e per giorno fino ad una dose massima di 15 ml. Una dose giornaliera di 15 ml di Peditrace è in grado di soddisfare i fabbisogni basali di elementi traccia di bambini di peso superiore a 15 Kg.

Pazienti con marcate carenze metaboliche o che richiedono nutrizione parenterale prolungata vanno monitorati dal punto di vista biochimico per verificare che i fabbisogni siano adeguatamente assicurati.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro)


Morbo di Wilson.

Per il basso pH (pH 2) questa soluzione non va somministrata non diluita per vena periferica e tanto meno per via intramuscolare per il potenziale pericolo di flebite da infusione.



Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Non pertinente



Quali sono gli effetti collaterali di Peditrace (zinco cloruro + rame cloruro + manganoso cloruro + sodio selenito + sodio fluoruro + potassio ioduro)


Non sono stati riportati effetti indesiderati imputabili agli elementi traccia presenti in Peditrace. In particolare, non sono state segnalate, a tutt'oggi, reazioni allergiche imputabili allo iodio presente in Peditrace nei dosaggi raccomandati.

In seguito alla somministrazione di soluzioni glucosate contenenti Peditrace sono state osservate tromboflebiti superficiali. Tuttavia non è stato possibile accertare se tali reazioni fossero correlate all'infusione di elementi traccia o meno.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Lipomi: cosa sono e quando intervenire
21 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Lipomi: cosa sono e quando intervenire
Cisti sebacea: come si sviluppa, come si cura
19 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Cisti sebacea: come si sviluppa, come si cura
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube