Rinofrenal

26 gennaio 2021

Rinofrenal


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Rinofrenal (sodio cromoglicato + clorfenamina maleato)


Rinofrenal è un farmaco a base di sodio cromoglicato + clorfenamina maleato, appartenente al gruppo terapeutico Antiallergici. E' commercializzato in Italia da Teofarma

Confezioni e formulazioni di Rinofrenal disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Rinofrenal disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Rinofrenal e perchè si usa


Rinofrenal è indicato per il trattamento della sintomatologia della fase acuta delle riniti allergiche stagionali e perenni.

Indicazioni: come usare Rinofrenal, posologia, dosi e modo d'uso


1-2 spruzzi per narice 3-4 volte al giorno; non superare le dosi consigliate.

Una volta ottenuta la risoluzione della sintomatologia rinitica acuta, è consigliabile continuare il trattamento con un preparato a base di solo sodio cromoglicato al fine di prevenire la ricomparsa dei sintomi.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Rinofrenal


Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Rinofrenal può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato soltanto in caso di necessità e sotto il controllo del medico.

Quali sono gli effetti indesiderati di Rinofrenal


Benché con il RINOFRENAL non si siano finora verificati, si tenga presente tuttavia che, a seguito della somministrazione di sodio cromoglicato in polvere per via inalatoria, sono stati segnalati alcuni effetti collaterali quali: fenomeni di irritazione aspecifica a carico delle prime vie aeree comunemente rappresentati da vellichio faringeo, tosse, transitori episodi broncospastici che recedono prontamente e possono essere prevenuti con la somministrazione di broncodilatatori.

In caso di assunzione di dosi elevate è possibile la comparsa di effetti sistemici da antistaminici, quali sedazione e sonnolenza.

Assai raramente sono stati descritti effetti indesiderati rappresentati da nausea, cefalea, orticaria, angioedema, mialgie, artralgie, infiltrati eosinofili polmonari ed intensi episodi broncospastici che possono verificarsi all'inizio o durante la terapia.

Tali manifestazioni richiedono la sospensione del trattamento.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa