Rytmobeta

21 gennaio 2020

Rytmobeta




Rytmobeta è un farmaco a base di sotalolo cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Betabloccanti. E' commercializzato in Italia da Mylan S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Rytmobeta (sotalolo cloridrato) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Rytmobeta (sotalolo cloridrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Rytmobeta (sotalolo cloridrato) e perchè si usa


  • Tachiaritmie sopraventricolari sintomatiche che richiedono un trattamento, quali tachicardia del nodo atrioventricolare, tachicardia sopraventricolare con sindrome di WPW (sindrome di Wolff-Parkinson-White) o fibrillazione atriale parossistica.
  • Tachiaritmie ventricolari sintomatiche.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Rytmobeta (sotalolo cloridrato)


Sotalolo non deve essere assunto in caso di:

  • ipersensibilità al principio attivo, alle sulfonamidi, ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • infarto miocardico acuto;
  • anestesia che porta ad una riduzione della gittata cardiaca;
  • asma grave;
  • insufficienza epatica grave;
  • insufficienza renale grave (clearance della creatinina <10 ml/min);
  • insufficienza cardiaca NYHA IV; insufficienza cardiaca congestizia;
  • shock;
  • blocco AV di 2°e 3°grado a meno che sia presente un pacemaker funzionante;
  • blocco SA;
  • malattia del nodo del seno;
  • bradicardia (< 50 battiti/min);
  • fattori di rischio per lo sviluppo della torsione di punta (ad esempio prolungamento del QT preesistente);
  • ipokaliemia;
  • ipomagnesemia;
  • ipotensione;
  • gravi occlusioni arteriose periferiche;
  • malattie ostruttive croniche delle vie aeree;
  • acidosi metabolica;
  • edema della glottide;
  • grave rinite allergica;
  • feocromocitoma non trattato;
La somministrazione endovenosa di calcio-antagonisti tipo verapamil o diltiazem o altri farmaci antiaritmici (quali disopiramide) è controindicata in pazienti in trattamento con sotalolo cloridrato (ad eccezione che in terapia intensiva) (vedere paragrafo 4.4).



Rytmobeta (sotalolo cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Fertilità

Non ci sono dati clinici sulla fertilità dall'uso di questo medicinale. I dati sulla fertilità negli animali non sono a disposizione.

Gravidanza

Data la mancanza di esperienza fino ad oggi per quanto riguarda l'uso di questo farmaco durante la gravidanza, sotalolo cloridrato deve essere somministrato durante la gravidanza solo dopo aver valutato attentamente il rapporto rischio beneficio. Il medicinale si diffonde attraverso la placenta e raggiunge nel feto concentrazioni farmacologicamente attive. Quindi, bradicardia, ipotensione e ipoglicemia possono verificarsi nel feto o nel neonato. Il trattamento deve quindi essere interrotto 48 - 72 ore prima della data prevista per il parto. Nei neonati devono essere attentamente monitorati i segni di beta- blocco per un periodo corrispondente dopo la nascita.

Allattamento

Una quantità significativa di sotalolo cloridrato viene escreto nel latte materno (20% - 23% della dose materna). Il trattamento con sotalolo cloridrato non è raccomandato durante l'allattamento. Se sotalolo cloridrato è assunto durante l'allattamento al seno, nei bambini devono essere monitorati i segni di beta-blocco.



Rytmobeta (sotalolo cloridrato) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube