Sinecod Tosse Sedativo

13 luglio 2020

Sinecod Tosse Sedativo




Sinecod Tosse Sedativo è un farmaco a base di butamirato citrato, appartenente al gruppo terapeutico Antitussivi. E' commercializzato in Italia da GlaxoSmithKline Consumer Healthcare S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato) e perchè si usa


Sedativo della tosse.



Come usare Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato): posologia, dosi e modo d'uso


SINECOD TOSSE SEDATIVO pastiglie senza zucchero:

Adulti: 1 pastiglia ogni 6 ore (come dose massima, 1 pastiglia ogni 4 ore; è possibile utilizzare due pastiglie consecutivamente al momento di coricarsi, onde avere un effetto più prolungato durante le ore notturne).

Ragazzi (oltre i 12 anni): 1 pastiglia ogni 12 ore.

Le pastiglie vanno succhiate o masticate in bocca.

SINECOD TOSSE SEDATIVO gocce:

Bambini in età scolare (6-12 anni): 20 gocce ogni 8-6 ore.

Adulti: 40 gocce ogni 6-5 ore.

Le gocce vanno somministrate in un po' d'acqua o latte.

SINECOD TOSSE SEDATIVO sciroppo:

Bambini in età scolare (6-12 anni): 10 ml ogni 8-6 ore.

Adulti: 15 ml ogni 8-6 ore.

Lavare ed asciugare il misurino graduato dopo ogni utilizzo e dopo l'uso tra pazienti diversi.

Non superare le dosi consigliate.

L'uso prolungato di sedativi della tosse non è giustificato. Il trattamento sarà limitato al periodo sintomatico. Se la tosse persiste per più di 7 giorni, in presenza di febbre, dispnea o dolore toracico, deve essere consultato il medico.

Popolazione pediatrica:

Sinecod Tosse Sedativo pastiglie è controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni (vedere paragrafo 4.3 Controindicazioni).

Sinecod Tosse Sedativo sciroppo e Sinecod Tosse Sedativo gocce è controindicato nei bambini di età inferiore ai 6 anni (vedere paragrafo 4.3 Controindicazioni).



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Sinecod Tosse Sedativo pastiglie: bambini di età inferiore ai 12 anni.

Sinecod Tosse Sedativo sciroppo e gocce: bambini di età inferiore ai 6 anni.



Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


La sicurezza d'uso durante la gravidanza e l'allattamento non è stata valutata in studi specifici.

L'uso di Sinecod Tosse Sedativo deve essere evitato durante i primi tre mesi di gravidanza. Durante il resto della gravidanza Sinecod Tosse Sedativo deve essere utilizzato solo se è strettamente necessario.

Non è noto se il principio attivo e/o uno dei suoi metaboliti siano escreti nel latte materno.

Per ragioni di sicurezza, come regola generale, prima di assumere Sinecod Tosse Sedativo durante l'allattamento si devono valutare attentamente i rischi e i benefici.



Quali sono gli effetti collaterali di Sinecod Tosse Sedativo (butamirato citrato)


Le reazioni avverse sono elencate di seguito, in base alla classificazione per sistemi organi e frequenza. Le frequenze sono definite come: molto comune (≥ 1/10); comune (≥1/100, <1/10); non comune (≥1/1.000, <1/100); rara (≥1/10.000; <1/1.000); molto rara (<1/10.000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili). All'interno di ciascuna classe di frequenza, le reazioni avverse sono riportate in ordine decrescente di gravità.

Patologie del sistema nervoso

Raro: sonnolenza, vertigini.

Patologie gastrointestinali

Raro: nausea, diarrea.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Raro: orticaria.

Patologie del sistema immunitario

Non nota: reazioni di ipersensibiltà.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube