#coronavirus, come pulire lo smartphone

09 aprile 2020
Indicazioni e comportamenti

#coronavirus, come pulire lo smartphone


La regolare pulizia dello smartphone è una regola igienica da rispettare non solo in tempi di coronavirus. Da tempo ricerche internazionali hanno infatti dimostrato che gli schermi - e le protezioni - degli smartphone presentano una concentrazione di germi e batteri altissima. Nel 2015 uno studio dell'Università della California del Sud affermò che lo schermo è addirittura più sporco di una tavoletta del water, almeno 7 volte di più. Un gruppo di ricerca dell'Università del Michigan ha poi contato i germi presenti sugli smartphone di un campione di studenti delle scuole secondarie: arrivarono a contare fino a 17.000 copie di batteri. La ragione è semplice: ogni volta che prendiamo il telefono, trasportiamo con le nostre mani i germi da una superficie all'altra. E qui si impone forte la regola igienica di lavarsi le mani. Comunque e sempre.

Coronavirus e smarthpone: c’è una relazione?


È naturale, dunque, che in queste settimane di emergenza, anche l'igiene dello smartphone sia tornato di attualità. Va detto che non esiste al momento alcuna relazione avvallata da studi. È stato detto infatti che il coronavirus può sopravvivere su alcune superfici per ore o giorni ma che tuttavia non rappresentano queste la principale via di diffusione. Lo sottolinea proprio il Ministero della Salute quando scrive nel suo portale che "le informazioni preliminari suggeriscono che il virus possa sopravvivere alcune ore, anche se è ancora in fase di studio. L'utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone".

Ma mentre il cellulare può rappresentare un mezzo per la trasmissione di germi resistenti, è assodato che il coronavirus cerca cellule vive per potersi replicare.

Detto questo, è utile utilizzare questo tempo che ci obbliga a cambiare molte delle nostre abitudini anche per modificare il nostro rapporto con la pulizia dello smartphone. Perché è l'oggetto che prendiamo in mano più volte nel corso della giornata: almeno 58 volte in 24 ore.


Come pulire lo smartphone


Prima regola: non usare disinfettanti "fai da te".  Tanto più su uno schermo tecnologico che necessita di particolari attenzioni. Proprio per evitare questi rischi, una nota azienda di smartphone ha aggiornato le sue linee guida.

Si tratta di una novità assoluta: prima del coronavirus nessun'azienda aveva mai sdoganato l'uso di disinfettanti per igienizzare i prodotti. Da poche settimane è suggerito invece l'uso di salviette disinfettanti che eliminano il 99% dei germi e mantengono il prodotto costantemente igienizzato. In particolare, il suggerimento è di:

  • utilizzare una salviettina imbevuta di alcol isopropilico al 70% o salviette disinfettanti clorate

  • pulire delicatamente le superfici esterne

  • non usare candeggina, spray aerosol, ammoniaca, acqua ossigenata, detergenti per vetri

  • evitare che l'umidità penetri nelle aperture

  • non immergere il prodotto in prodotti detergenti


Carla De Meo





Speciale Coronavirus:

Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube